:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Salvò una bimba in mare: Lotti premia Valerio, "sportivo straordinario"

Il ministro dello Sport ha ricevuto negli uffici del dicastero il ragazzo di 17 anni che il 12 luglio scorso a Sabaudia ha salvato una bambina che rischiava di annegare in mare. Medaglia consegnata dal due volte bronzo olimpico Stefano Battistelli

27 luglio 2017

Foto Agenzia Dire
Il ministro Lotti premia Valerio

ROMA - Questo pomeriggio il ministro dello Sport, Luca Lotti, ha ricevuto negli uffici del dicastero Valerio Catoia, il ragazzo di 17 anni che il 12 luglio scorso a Sabaudia salvo' una bambina che rischiava di annegare in mare. Accompagnato dalla sua famiglia, Valerio, atleta Fisdir di nuoto agonistico, e' stato premiato con una medaglia e una targa. Lo fa sapere una nota dell'ufficio stampa del ministro Lotti.

- "Valerio sei uno sportivo straordinario, hai messo al servizio degli altri la tue abilita' da nuotatore e per questo ti siamo riconoscenti", ha detto Lotti. La medaglia e' stata consegnata dal due volte bronzo olimpico Stefano Battistelli, alla presenza di Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico. Ma la vera sorpresa e' stato un video arrivato dai mondiali di Budapest direttamente al ministro, con i saluti per Valerio da parte dei campioni di nuoto Federica Pellegrini, Gabriele Detti, Gregorio Paltrinieri e Massimiliano Rosolino.

"Il mare era particolarmente agitato, ma non ci ha pensato un attimo, ha visto che era in difficolta', si e' tuffato e l'ha riportata sana e salva a riva- ha poi aggiunto il ministro in un post su facebook- C'e' da dire che lui e' anche un campione di nuoto, un atleta Fisdir che ha collezionato un sacco di medaglie. Valerio e' uno sportivo straordinario che ha messo a servizio degli altri la sua abilita' di nuotatore. La sua e' una storia bellissima di passione, grinta, cuore e altruismo. Un esempio di come interpretare al meglio lo sport. L'ho invitato al ministero, intanto per ringraziarlo a nome di tutti gli italiani per il suo gesto di coraggio, e poi per fargli una piccola sorpresa: il video con i saluti da Budapest di Massimiliano Rosolino, di Federica Pellegrini, Gabriele Detti e Gregorio Paltrinieri. Ad aspettare Valerio e la sua famiglia c'erano anche Stefano Battistelli e il presidente del CIP, Luca Pancalli. L'abbiamo premiato con una medaglia e una targa in ricordo di questa giornata. Una cosa semplice, ma quel grazie glielo volevo dire di persona, perche' non capita spesso di trovare persone cosi' speciali, di cui essere tutti orgogliosi". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale

Tag: disabiità, Sport

Stampa Stampa