:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Ferragosto con chi è in difficoltà: la solidarietà non va in ferie

A Bologna Camst allestirà il consueto pranzo di Ferragosto all'interno del cortile di Palazzo d'Accursio. A Milano torna l'iniziativa dei City Angels, pranzo solidale con i clochard e i migranti ospiti nel centro d’accoglienza

08 agosto 2017

ROMA - Le associazioni non vanno in ferie in agosto e restano al fianco delle persone più fragili che, soprattutto nelle grandi città, restano sole. E Ferragosto diventa l'occasione per portare un momento di serenità e sostegno concreto a chi vive in stada o una particolare situazione di difficoltà.

- A Bologna Camst allestira' il consueto pranzo di Ferragosto per le persone in difficolta' all'interno del cortile di Palazzo d'Accursio. L'iniziativa, voluta dalla Caritas e resa possibile grazie alla disponibilita' del Comune di Bologna, vuole avvicinarsi ai bisognosi e far sentire che la citta' condivide con loro questa giornata di festa. Saranno oltre 200 gli ospiti selezionati dalla Caritas di Bologna: verranno serviti a tavola con un menu composto di mezze maniche al ragu' di piccole verdure, pomodoro fresco e basilico, arrosto di tacchino con ratatouille di verdure di stagione e patate agli aromi, crostata alla marmellata di albicocche e macedonia. "Il supporto al pranzo di Ferragosto della Caritas di Bologna e' una tradizione che si rinnova da 13 anni- commenta Antonella Pasquariello, presidente Camst-. Questa tavola per noi rappresenta uno strumento concreto per stare vicino alle persone in difficolta', il cibo non e' soltanto nutrimento ma anche un'opportunita' di dialogo e di scambio culturale. Il nostro intento e' donare un momento lieto in una delle giornate di festa tradizionali italiane". Camst e' storicamente impegnata in iniziative di solidarieta' a favore di Bologna, citta' in cui e' nata 72 anni fa. Da 27 anni fornisce gratuitamente 1.000 pasti nel mese di agosto agli ospiti del Centro di accoglienza "Beltrame" di via Sabatucci a Bologna. Da molti anni, inoltre, la cooperativa offre anche il pranzo del giorno di Natale all'interno del Centro commerciale Il Pianeta. 

A Milano torna il consueto pranzo solidale organizzato dai City Angels con i clochard e i migranti, ospiti nel centro d’accoglienza, l’Oasi del Clochard, che accoglie 150 clochard e 25 immigrati. “Invitiamo i milanesi a vivere un Ferragosto speciale, in cui conoscere un mondo che a volte ignoriamo e a volte ci fa paura” dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels. “Chiunque può venire, indossare la pettorina dei City Angels, servire a tavola clochard e migranti e poi mangiare insieme con loro”. I milanesi potranno venire dopo essersi prenotati attraverso la pagina Facebook dell’Associazione . Viene loro richiesto di portare, in segno di condivisione, qualcosa da mangiare, oppure qualcosa da bere (ma niente alcolici). Presenti le istituzioni: arriveranno con la pettorina dei City Angels, in veste di camerieri, anche il sindaco di Milano Beppe Sala e l’assessore ai Servizi sociali Pierfrancesco Majorino. Ma anche i rappresentanti delle tre principali religioni monoteiste, che porteranno la loro benedizione: Mons. Franco Buzzi, Prefetto della Biblioteca Ambrosiana; l’Imam Khaled Elhediny; e Milo Hasbani, Presidente della Comunità ebraica di Milano. Saranno presenti anche Daniela Javarone, madrina dei City Angels, i musicisti e attori Maurizio Colombi e Luca Jurman e il cantautore Folco Orselli, che canterà alcuni dei suo brani con la chitarra. City Angels, volontari di strada d’emergenza, sono stati fondati a Milano nel 1994 da Mario Furlan, giornalista e docente universitario di Motivazione e Crescita Personale. Oggi sono presenti in 19 città italiane e a Lugano, in Svizzera, con oltre 500 volontari, di cui il 50,3% sono donne. 

I

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Solidarietà

Stampa Stampa