:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

L'estate delle persone sordocieche e il tempo dedicato di 115 volontari

I soggiorni estivi della Lega del Filo d'Oro rappresentano un'attività storica: avviati dalla fondatrice Sabina Santilli nel 1964, sono da sempre un'occasione di incontro e conoscenza. Coinvolti quest'anno 100 utenti. I volontari raccontano l'esperienza in un video

12 agosto 2017

-ROMA – Un esercito di 115 volontari rende più bella l'estate di un centinaio di persone sordocieche: tanti sono infatti i partecipanti ai soggiorni estivi organizzati quest'anno da Lega del Filo d'oro. Soggiorni che rappresentano una delle attività storiche dell'associazione: avviati dalla fondatrice Sabina Santilli nell'estate del 1964, ogni anno rappresentano un’importante opportunità per favorire la socializzazione, per trascorrere momenti piacevoli, per svolgere attività ricreative e dare sollievo alle famiglie. 

I soggiorni estivi sono rivolti alle persone sordocieche provenienti dalle diverse regioni d'Italia e si propongono di far vivere un'esperienza di gruppo insieme ai volontari, per la durata di almeno una settimana alloggiando presso strutture alberghiere in diverse località turistiche italiane; inoltre, vengono organizzate uscite culturali e naturalistiche e proprio perché lo scopo dei soggiorni estivi è quello di favorire la socializzazione, a partecipare sono soprattutto i volontari, risorsa irrinunciabile per questa importante attività, che affiancano gli operatori specializzati e gli interpreti Lis. Ciascun volontario, durante il soggiorno, segue una persona. secondo turni giornalieri e favorendo sempre l’integrazione fra tutti i partecipanti.

La Lega del Filo d'Oro, per rendere onore al prezioso contributo di questi volontari, ha raccolto in un video le testimonianze di alcuni di loro

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Volontari, Estate, Sordociechi, Lega del Filo d'oro, Volontariato

Stampa Stampa