:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Dalle cene "itineranti" in stazione al pranzo di Ferragosto: vicini a chi è solo

A Bologna 200 persone al pranzo della Caritas offerto da Camst. A Roma coinvolti 100 anziani del l Primo Municipio, mentre Sant'Egidio apre le porte della mensa e organizza cene dove vivono i senza dimora. A Milano le iniziative di Casa della Carità e City Angels. A Palermo la Missione di Biagio Conte

14 agosto 2017

ROMA - E' il volto dell'Italia che accoglie e non dimentica chi è solo, più solo nei giorni di festa e durante il periodo estive. Amministrazioni e associazioni al lavoro per regalare a Ferragosto un momento di svago, ascolto e festa. Ecco alcune dele iniziative che da Milano a Roma si moltiplicano in questi giorni.

Domani pranzo per 200 persone in situazione di disagio a Palazzo D'Accursio di Bologna. Il tradizionale evento solidale di Ferragosto organizzato dalla Caritas e offerto dalla Camst nel cortile d'onore del municipio e' in programma alle 12.30. All'iniziativa parteciperanno, per l'amministrazione comunale, l'assessore Riccardo Malagoli, il presidente del quartiere Navile Daniele Ara e i consiglieri comunali Gian Marco De Biase e Claudio Mazzanti. Nel suo saluto di Ferragosto la presidente dell'assemblea legislativa regionale, Simonetta Saliera, rivolge un "particolare ringraziamento a chi domani permettera' con il proprio lavoro lo svolgimento del tradizionale pranzo solidale a Palazzo d'Accursio". 

-A Roma il Primo Municipio garantisce l'apertura di due Centri Diurni Anziani Fragili: uno a Testaccio, in via Bodoni, e uno a Prati, in via Goiran, dove circa 60 anziani avranno la possibilita' di trascorrere una bella giornata e di fare insieme il 'Pranzo di Ferragosto' organizzato dalla cooperativa Risvolti e dall'associazione Articolo 9. Sempre martedi' 15 agosto altri 50 anziani pranzeranno e passeranno insieme la giornata presso la piscina dell'Aeronautica in un 'punto verde' organizzato dal Municipio con la cooperativa 'le mille e una notte'. "Anche a ferragosto il Primo Municipio vuole ribadire quanto sia importante cercare di non lasciare nessuno indietro, mettendo in campo e progetti e servizi che hanno l'obiettivo di includere il piu' possibile" - sottolinea Emiliano Monteverde, assessore alle politiche sociali del I Municipio - Nei giorni di festa si accentua il bisogno di non essere lasciati soli, sopratutto quando si e' anziani e si e' dato molto nella vita ci si aspetta attenzione e cura. Per questo siamo contenti di poter offrire a questi oltre 100 nostri cittadini in buon ferragosto, da passare insieme e in allegria. E vogliamo ringraziare gli operatori che in questa giornata svolgono un lavoro ancora piu' importante di quello che fanno ogni giorno". 

Sempre nella capitale torna il tradizionale pranzo alla mensa dei poveri di via Dandolo della Comunità di Sant'Egidio e il giorno dopo, il 16 agosto alle 17, nello stesso luogo, una grande cocomerata. Non sono solo queste le iniziative di solidarietà promosse dalla Comunità di Sant’Egidio "in questo tempo, che non è solo di vacanza ma anche di impegno nei giorni in cui chi vive da solo è più solo". Ovunque la Comunità è presente in Italia sono in corso iniziative di solidarietà con chi ha bisogno. A Roma proseguono le "cene itineranti" nelle stazioni e in tutti quei luoghi, nel centro e nella periferia della città, dove vivono le persone senza dimora.  Anzi, in questo periodo, il servizio si arricchisce di nuove presenze: "Sono in aumento – migliaia da tutta Italia - a trascorrere come volontari a Roma e in altre città un periodo di vacanze con la Comunità, per incontrare i poveri e dare un mano". Ma oltre ai senza dimora cresce durante l'estate la presenza e l'amicizia di Sant'Egidio con gli anziani rimasti soli nelle loro case come nei tanti istituti in cui la Comunità li visita durante tutto l’anno. In particolare il programma "Viva gli Anziani!", attivo per tutti gli anziani ultraottantenni, ha intensificato la sua presenza durante il periodo estivo durante l’emergenza caldo, ma anche in questi giorni in cui le città si svuotano. "L’amicizia si allarga agli immigrati “nuovi europei”, ai profughi arrivati con i corridoi umanitari, alle famiglie rom. Con i quali si fa festa, si allontana la solitudine e si mostra il volto migliore di un’Italia che non dimentica i più poveri".

A Milano torna il consueto pranzo solidale organizzato dai City Angels con i senza dimora e i migranti, ospiti nel centro d’accoglienza, l’Oasi del Clochard, che accoglie 150 clochard e 25 immigrati. Presenti le istituzioni: arriveranno con la pettorina dei City Angels, in veste di camerieri, anche il sindaco di Milano Beppe Sala e l’assessore ai Servizi sociali Pierfrancesco Majorino. Ma anche i rappresentanti delle tre principali religioni monoteiste, che porteranno la loro benedizione: Mons. Franco Buzzi, Prefetto della Biblioteca Ambrosiana; l’Imam Khaled Elhediny; e Milo Hasbani, Presidente della Comunità ebraica di Milano. Saranno presenti anche Daniela Javarone, madrina dei City Angels, i musicisti e attori Maurizio Colombi e Luca Jurman e il cantautore Folco Orselli, che canterà alcuni dei suo brani con la chitarra. 

Francesco Falciola - Casa della Carità, un momento della festa di Ferragosto 2016
Casa della carità festa di Ferragosto 2016

Sempre a Milano anche la Casa della carità propone una grande festa di Ferragosto dedicata a chi in estate non ha la possibilità di lasciare Milano. Alle 12, in via Francesco Brambilla 10,  Santa Messa celebrata da don Virginio Colmegna, cui seguirà un grande pranzo. E la festa continuerà con un pomeriggio di musica, canti e balli, per concludersi con una merenda a sorpresa. Parteciperanno gli ospiti, operatori e volontari, gli anziani del quartiere che frequentano settimanalmente la Casa e alcuni inquilini delle Case popolari della zona 2, seguiti dal progetto "Scegliere insieme la strada di casa”, che la Fondazione porta avanti con il Comune di Milano in collaborazione con Cooperativa Comin, C.R.M. e Arché . "Festeggiare tutti insieme il Ferragosto è una tradizione della nostra Casa - spiega don Virginio Colmegna - un momento semplice di socialità, una piccola ma importante occasione di incontro, dedicata in particolare a chi rimane in città e si trova in una situazione di solitudine". "Nessuno deve sentirsi abbandonato, e quindi invito tutti coloro che sono soli a Milano a unirsi a noi", aggiunge il presidente della Casa della carità. Per tutto il mese di agosto l'attenzione per le persone più anziane e più fragili rimane alta, garantendo presenza e sostegno a chi non ha la possibilità di partire per le ferie.

A Palermo c'è la Missione di Biagio Conte. "I poveri non vanno in vacanza e neanche i loro problemi che principalmente sono di disoccupazione, separazione dagli affetti e salute. - spiega padre Pino d - In questo periodo ogni comunità cerca di organizzarsi in maniera diversa per mantenere una pacifica convivenza tra le persone accolte. La comunità femminile di via Garibaldi che ospita mamme e bambini organizza delle gite a mare. Nella comunità della Cittadella del povero che per il momento ospita 450 persone italiane e straniere si creano ogni giorno le condizioni affinché tutti si sentano accolti nel rispetto delle regole e delle piccole mansioni che gli vengono affidate. Nella storica comunità di via Archirafi da sempre c'è un buon livello organizzatIvo e tutto si svolge in piena serenità. L'importante è fare sentire tutto il calore dell'accoglienza attraverso ascolto e preghiera comunitaria". E anche la comunità di 50 ospiti di villa Florio Pignatelli "convive in tranquillità dedicando gran parte del suo impegno giornaliero alla coltivazione dell'orto solidale. Tutti i diversi ortaggi e prodotti dalla terra vengono poi distribuiti nelle varie comunita'. L'impegno quotidiano nella Missione in questoperido è sostenuto anche da alcuni gruppi di volontari "che arrivano da altre parti d'Italia e che vogliono darci una mano".

mani missione don biagio

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa