:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Attentato a Barcellona, "uniti nella solidarietà"

Il cordoglio delle associazioni: "Ennesima terribile ferita nel cuore dell’Europa": la onlus vicina alle famiglie delle vittime. Gvc: "Uniti nella solidarietà, dall'Africa all'Europa"

18 agosto 2017

ROMA - "Esprimiamo il nostro più profondo cordoglio per le vittime del vile attacco terroristico di Barcellona. È l’ennesima terribile ferita nel cuore dell’Europa, un’atrocità che condanniamo fermamente, sperando che i colpevoli siano presto consegnati alla giustizia". Così in una nota la onlus Modavi, Movimento delle Associazioni di Volontariato Italiano. "Siamo vicini ai nostri fratelli spagnoli ed alle famiglie delle vittime. Non ci arrenderemo a questa spirale di odio e follia e, anzi, continueremo a perseguire i nostri obiettivi più alti quali la promozione della solidarietà, della libertà, il dialogo tra le donne e gli uomini di buona volontà".

"Uniti nella solidarietà, dall'Africa all'Europa" così su twitter GVC - Gruppo di Volontariato Civile ricorda: "A distanza di pochi giorni, prima l'attacco in Burkina Faso ora a  e 

“La ragione e il dialogo devono prevalere sul terrorismo e la violenza. Barcellona è stata colpita ieri così come lo furono Berlino e Nizza in passato, nello stesso modo efferato provocando una strage, in cui le vittime sono persone inermi e innocenti tra cui due dei nostri connazionali che si trovano casualmente in quel luogo in occasione di una passeggiata”. Abdellah Redouane, segretario generale del Centro islamico culturale d’Italia, interviene con una nota per condannare l’attentato di ieri a Barcellona. “Il terrorismo non ha solo cattivi maestri – afferma – ma anche modi barbari, feroci e crudeli. Il Centro islamico culturale d’Italia esprime la sua ferma e assoluta condanna di tali atti come già fatto in passato nonché i sensi di vicinanza e cordoglio a coloro che sono stati così gravemente colpiti”. Redouane aggiunge: “Per scongiurare gli scenari di morte che hanno gravemente turbato la consueta atmosfera gioiosa delle ferie estive invitiamo tutti a non rinunciare alla loro vita e alle proprie abitudini e di trovare un momento per la commemorazione delle vittime degli atti di terrorismo cieco e abietto, con l’auspicio che il bene e la ragione prevalgano”.

© Copyright Redattore Sociale

Ti potrebbe interessare anche…

Stampa Stampa