:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Paolo Hendel visita Sollicciano: “A Firenze serve un nuovo carcere”

Il comico toscano ha visitato insieme ai radicali il penitenziario fiorentino. “Ci sono condizioni di caldo spaventose, eppure la tortura non è prevista nella condanna”. I ventilatori sono arrivati ma sono ancora inutilizzati

18 agosto 2017

Paolo Hendel in visita a Sollicciano

FIRENZE – “A Firenze, invece che fare il nuovo stadio, sarebbe importante fare un nuovo carcere”. Lo ha detto il comico toscano Paolo Hendel al termine della visita, insieme alla delegazione dei Radicali, all’intero del penitenziario fiorentino di Sollicciano. “Nel carcere ci sono tantissime cose che non funzionano – ha detto Hendel, visibilmente scioccato – I ventilatori sono finalmente arrivati ma non sono ancora entrati in funzione perché la Asl deve verificare a chi dare la priorità. Ci sono condizioni di caldo spaventose, eppure la tortura non è prevista nella condanna”.

Al termine della visita, l’attivista radicale Massimo Lensi è tornato a chiedere una visita nel carcere al sindaco di Firenze Dario Nardella, mentre il consigliere comunale Tommaso Grassi ha chiesto di convocare un consiglio comunale straordinario proprio a Sollicciano. Alla visita erano presenti, tra gli altri, anche il cappellano del penitenziario Don Vincenzo Russo e la radicale Rita Bernardini.

-

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa