:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Acqua, a Firenze bonus idrico a chi è in difficoltà: apre il bando

A Firenze bando per chiedere il rimborso economico della tariffa della bolletta dell'acqua. L'obiettivo, si spiega dal Comune, e' sostenere le "utenze deboli" e le famiglie economicamente svantaggiate

30 agosto 2017

Firenze - Apre a Firenze il bando per chiedere il rimborso economico della tariffa della bolletta dell'acqua. L'obiettivo, si spiega dal Comune, e' sostenere le 'utenze deboli' e le famiglie economicamente svantaggiate. Le domande presentate, pero', dovranno sottostare ad alcuni requisiti, come: l'essere cittadino italiano, dell'Unione Europea o cittadino extracomunitario regolarmente soggiornante sul territorio nazionale; essere residente nel Comune di Firenze; essere intestatario del contratto di 'fornitura domestica residente' individuale del servizio idrico (fatturata direttamente da Publiacqua SpA) all'indirizzo di residenza al momento della domanda. Il richiedente, infine, dovra' avere un Isee ordinario del proprio nucleo familiare (risultante da dichiarazione sostitutiva unica rilasciata nel 2017), non superiore a 12.000 euro.

Ai beneficiari sara' concessa un'agevolazione, sotto forma di rimborso erogato direttamente come accredito nella bolletta riferita all'utenza interessata, pari ad un terzo dell'importo relativo al consumo idrico riferito all'anno 2016. La spesa va considerata al lordo di eventuali rimborsi o contributi assegnati in tale anno. Pertanto, ad esempio, per un richiedente che ha consumato acqua per 300 euro e ha ricevuto per l'anno 2016 un rimborso di 200 euro in bolletta, pagando quindi un importo netto di 100 euro, la percentuale sara' applicata all'importo lordo di 300 euro e non al netto di 100. La domanda dovra' essere presentata esclusivamente nel periodo tra il 31 agosto e il 3 ottobre 2017. Si tratta di "una scelta per evitare sbagli nella domanda e, quindi, garantire il massimo aiuto ai cittadini", spiega l'assessore al Welfare Sara Funaro. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa