:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Terrorismo, Firenze lancia bando di idee per proteggere le città

Il progetto #Florencecalling è una gara internazionale di idee che servirà a trovare soluzioni innovative in grado di selezionare dispositivi di protezione della città che siano elementi di arredo urbano di qualità

08 settembre 2017

FIRENZE – Contro il terrorismo, Firenze risponde con la bellezza. E’ una vera e propria chiamata alle arti il progetto #Florececalling, promosso dal Comune dopo l’idea lanciata dall’architetto Stefano Boeri. Si tratta di una gara internazionale di idee che servirà a trovare soluzioni innovative in grado di selezionare dispositivi di protezione della città che siano elementi di arredo urbano di qualità. 

- Il bando, pubblicato sulla rete civica del Comune di Firenze e rivolto ad aziende, scuole, progettisti, creativi e studi professionali, servirà a raccogliere idee per la realizzazione di una nuova generazione di sistemi di difesa passiva a protezione degli obiettivi sensibili. Un concorso che ha il preciso scopo di selezionare protezioni in grado di non compromettere, anzi di migliorare la qualità estetica e urbana degli spazi pubblici del centro storico di Firenze e di altre città.

“La nostra risposta all’odio del terrorismo è nell’arte e nella bellezza” ha detto il sindaco Dario Nardella nel presentare il bando internazionale di idee. “Non possiamo permettere ai terroristi di allontanarci dai luoghi pubblici, dai nostri spazi aperti e bellissimi, dalle nostre piazze storiche” spiega ancora il sindaco, che aggiunge: “Non vogliamo trasformare le nostre piazze in zone ansiogene e imbruttite da barriere e blocchi di cemento. Per questo, con l’architetto Boeri, lanciamo questa consultazione di bellezza: Firenze chiama, ed è una chiamata alle arti rivolta a tutto il mondo”. 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa