:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Caporalato e sfruttamento in Chianti, tre arresti

Gli agricoltori venivano sfruttati, costretti a dormire in alloggi fatiscenti e pagati con miseri salari. L’indagine partita da un cittadini che ha denunciato le condizioni degli stabili

29 settembre 2017

- FIRENZE – Arrestate tre persone in Toscana per reato di caporalato in agricoltura, nelle campagne del Chianti. In manette sono finiti tre cittadini curdi, che organizzavano squadre di lavoro che facevano alloggiare in stabili fatiscenti e pagavano con miseri stipendi. Nelle indagini sono stati trovati due appartamenti-dormitorio a Castellina in Chianti e Vagliagli (Siena). L’indagine è partita dalla denuncia di un uomo che nel febbraio scorso aveva segnalato a Radda in Chianti (Siena) le drammatiche condizioni degli alloggi in cui erano costretti a vivere alcuni agricoltori.

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa