:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Torna la "mela buona" che lotta contro la sclerosi multipla

Tre appuntamenti con la "Mela di Aism": il 4 ottobre per la Giornata del Dono, poi sabato 7 e domenica 8: in 5 mila piazze italiane, con l’aiuto dello chef Alessandro Borghese. E c’è anche l’sms solidale

02 ottobre 2017

Mela Aism

ROMA – Sostenere la ricerca sulla sclerosi multipla e rafforzare la rete dei servizi e dei sostegni soprattutto per i giovani colpiti dalla malattia: è questo lo scopo della “Mela di Aism” che torna anche quest’anno, in 5 mila piazze italiane, con un triplo appuntamento: il 4 ottobre, per il #DonoDay2017, poi sabato 7 e domenica 8, grazie a 10 mila volontari che distribuiranno oltre 4 milioni di mele. A fronte di una donazione minima di 9 euro si potrà portare  a casa  un sacchetto da 1,8 kg di mele della qualità Granny Smith (mela verde), NoaRed ( mela rossa) e Golden Delicious (mela gialla). Per l’evento “La Mela di AISM”, lo Chef Alessandro Borghese suggerisce una delle sue ricette: la torta con mele e cannella. Partner di “La Mela di Aism” è Pompadour, marchio leader in Italia di infusi e tisane in bustine. Nelle piazze saranno distribuiti, assieme ai sacchetti, campioni di infuso di “Mela d’Oriente” una composizione di frutta maturata al sole con l'aroma dolce e avvolgente della mela e dei fichi. 

All’evento è legato anche l’sms solidale 45520 del valore di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile e CoopVoce. 5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Vodafone, TWT e Convergenze e e PosteMobile. Sarà di 2 o 5 euro per ciascuna chiamata fatta sempre allo stesso numero 45520 da rete fissa TIM, Wind Tre e Fastweb. I fondi ricavati con l’sms solidale andranno a sostenere un progetto di ricerca pediatrica sulla riabilitazione cognitiva per migliorare l’attenzione nei bambini. In Italia sono 11 mila i giovanissimi con sclerosi multipla. Ci saranno anche gli HP BIkers Team, 600 motociclisti che, in un tour tra Campania e Basilicata, promuoveranno il volontariato in Aism, alla ricerca di nuove leve..

- La malattia. Grave malattia del sistema nervoso centrale, cronica, imprevedibile e spesso invalidante, la sclerosi multipla si manifesta per lo più con disturbi del movimento, della vista e dell’equilibrio, seguendo un decorso diverso da persona a persona. 

I numeri.  In Italia, ogni anno 3.400 persone vengono colpite dalla sclerosi multipla. Un nuovo caso ogni 3 ore. Delle 114.000 persone colpite, il 10% sono bambini. E’ la seconda causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali, colpisce per lo più persone trai 20 e i 40 anni, soprattutto donne, e in tutto il mondo si contano circa 3 milioni di casi. L’Italia è il paese a rischio medio-alto di sclerosi multipla, con pesanti costi per il Ssn: è di oltre 5 miliardi di euro l’anno il costo sociale della malattia. Sono questi i numeri della sclerosi multipla tratti dal Barometro 2017 di AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla, che rilevano una fotografia della Sclerosi Multipla nel nostro Paese. 

Dove vanno i fondi raccolti con la Mela di Aism. La ricerca negli ultimi anni ha fatto molti progressi. Esistono terapie in grado di rallentare la progressione della malattia e di migliorare la qualità di vita delle persone. Ma la causa e la cura risolutiva non sono state ancora trovate. Per questo è fondamentale sostenere la ricerca scientifica: per garantire oggi una migliore qualità di vita, per trovare nuovi trattamenti sempre più efficaci domani, per trovare la causa della SM e la cura risolutiva in un futuro sempre più vicino. .

Il testimonial Alessandro Borghese. Per il quarto anno consecutivo Chef Alessandro Borghese è testimonial di “La Mela di Aism”. “Scegliere di essere testimonial di Aism – spiega - è un modo per condividere valori forti e importanti, aiutando a dare loro concretezza. La sclerosi multipla è una tra quelle storie che voglio contribuire a cancellare nella storia di tanti giovani e di tanti bambini. Non si può far finta di niente quando c’è ancora tanto da fare. E’ un privilegio, per me. Come uomo, come padre. E anche come chef che ogni giorno si impegna a dare il meglio di sé,  dichiara Chef Alessandro Borghese. Dare risposte concrete alle persone e ai giovani con Sm è un bell’impegno, per cui è necessaria un’organizzazione seria come Aism, capace di offrire garanzie di trasparenza e affidabilità”. Lo spot “La Mela di Aism” è stato reso possibile anche grazie al contributo di Level 33 e AB Normal per la regia, l’utilizzo della location di “Alessandro Borghese Kitchen Sound, le riprese dello spot con protagonista chef Alessandro Borghese e Urca TV per la post produzione.

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Aism, Sclerosi multipla

Ti potrebbe interessare anche…

Stampa Stampa