:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Sciopero della fame per lo ius soli, staffetta tra senatori e deputati

Al via oggi lo sciopero della fame a staffetta tra senatori e deputate e cittadini. L'iniziativa raccoglie il testimone del digiuno attuato il 3 ottobre, da oltre 900 insegnanti. Manconi: "Questi sono giorni decisivi per la sorte dello Ius soli"

05 ottobre 2017

ROMA - "Questi sono giorni decisivi per la sorte dello Ius soli: e' necessario provare ad impedire che si chiuda lo spiraglio, pur esile, che sembra essersi aperto. A partire dal 5 ottobre cominceremo uno sciopero della fame a staffetta senatori e deputati, insieme a tutti quei cittadini che ritengono quella sullo Ius soli una legge ragionevole e saggia". Lo scrive in una nota il senatore del Partito democratico Luigi Manconi, presidente della Commissione Diritti umani a Palazzo Madama, sottolineando che l'iniziativa raccoglie il testimone del digiuno attuato il 3 ottobre, da oltre 900 insegnanti in tante scuole italiane a sostegno del provvedimento.

"Dopo l'approvazione della nota di aggiornamento al Def, si apre una finestra. La legge di stabilità arrivera' in Senato (alle Commissioni) verso la fine di ottobre: cio' vuol dire che vi sono due settimane di tempo per ricercare i numeri necessari alla fiducia sul provvedimento relativo allo Ius soli. É esattamente in questo tempo che si svolgera' la nostra iniziativa di digiuno a staffetta. Hanno aderito gia' decine di senatori e deputati, e due sottosegretari, oltre ai dirigenti di Radicali italiani". 

All'iniziativa hanno aderito tra gli altri il ministro Graziano Delrio e i sottosegretari Benedetto Della Vedova e Angelo Rughetti, L'adesione può essere comunicata nella pagina dedicata.

© Copyright Redattore Sociale

Ti potrebbe interessare anche…

Stampa Stampa