:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Università del volontariato anche a Ferrara: diventano 6 le sedi in Italia

Dopo Milano, Treviso, Bologna, Cosenza e Salerno, il 12 ottobre sarà presentata quella della città emiliana realizzata dal Csv Agire Sociale. Già 28 i corsi previsti in base ai suggerimenti di 200 cittadini. Si paga 1 euro per ogni ora di lezione

06 ottobre 2017

- Apre anche a Ferrara l’Università del Volontariato (Univol). Realizzata a cura di Agire Sociale Centro di servizio per il volontariato, ha già un ricco calendario di 28 corsi e seminari progettati insieme a una rete di 15 partner del territorio: un percorso aperto ai volontari degli enti di tutto il terzo settore - organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, cooperative e imprese sociali ecc., - così come la riforma del terzo settore ha stabilito per i CSV, e ai cittadini che vogliono fare volontariato. Il tutto sarà presentato giovedì 12 ottobre, alle 17.30, in un incontro pubblico presso la sede di Agire Sociale.

Dopo Milano, Treviso, Bologna, Cosenza e Salerno, suonerà così tra pochi giorni anche a Ferrara la campanella di questa Università, un progetto nato da un’idea del Ciessevi di Milano e sviluppato sul territorio sempre ad opera dei Centri di servizio per il volontariato, che ne determinano gli indirizzi insieme ai partner, organizzando le attività didattiche in autonomia.

Nel territorio ferrarese, tra volontari e persone interessate a mettersi in gioco nella cittadinanza attiva, sono stati oltre 200 ad avere risposto nello scorso agosto alla chiamata di Agire Sociale, segnalando i propri bisogni formativi per dare vita alla nuova sede. Gli aspiranti corsisti sono per la maggior parte donne di età compresa tra i 35 e i 65 anni, in possesso di un titolo di studio medio alto (scuola media superiore o laurea), sono impegnati soprattutto in associazioni sociosanitarie e si occupano, in particolare, di persone con disabilità, famiglie fragili con minori e malati.

“All’interno dell’offerta formativa è stato creato un percorso speciale, - spiega Anna Zonari di Agire Sociale, responsabile del progetto, - riservato ad un massimo di 20 volontari attivi da almeno un anno in organizzazioni di volontariato della provincia di Ferrara che desiderano approfondire le proprie competenze non soltanto specifiche. Da 20 anni Agire Sociale forma i volontari delle associazioni del territorio, con più di 3.200 iscritti negli ultimi dieci. Un bel traguardo, segno che il volontariato, oltre che essere di buona volontà, è anche attento e motivato a formarsi e aggiornarsi”.

“In tanti anni, - continua Zonari, - abbiamo compreso che non è sufficiente avere un grande ideale associativo, buona volontà e dedizione, ma è estremamente importante curare la capacità di relazionarsi con gli altri volontari con cui si condivide il cammino. Lavorare insieme, confrontare le idee e i progetti, individuare le azioni per realizzarli diventa avvincente se si realizza in un clima di rispetto reciproco, di fiducia nelle relazioni, di ascolto e condivisione”.

Il percorso riservato ai 20 volontari è articolato in quattro moduli obbligatori per un totale di 52 ore di frequenza, insieme a un corso specialistico di almeno 8 ore a scelta, il tutto completato da uno stage finale di almeno 20 ore in associazione con la discussione di una tesina finale sull’esperienza svolta. I quattro moduli obbligatori trattano le seguenti tematiche: motivarsi e motivare al volontariato, comunicare e gestire le relazioni nell’esperienza di volontariato, comprendere la gestione dell’associazione e dei suoi momenti di incontro, approfondire la comunicazione non violenta nel volontariato e nel quotidiano.

Chi è interessato dovrà candidarsi on line entro il 31 ottobre 2017 e sarà contattato da Agire Sociale per un colloquio motivazionale di selezione. Gli ammessi, prima dell’inizio della frequenza al corso, dovranno versare la quota di iscrizione di 60 euro (calcolata simbolicamente con 1 euro per ciascuna ora di formazione frequentata). A chi non è interessato o non ha i requisiti per accedere al percorso Univol sarà comunque data la possibilità di frequentare uno o più corsi specialistici presenti nel catalogo delle offerte formative sul sito Univol Ferrara. (Francesca Gallini) 

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Università del volontariato

Stampa Stampa