Giampiero Farru eletto nel direttivo del Centro europeo del volontariato

Il presidente di Sardegna Solidale sarà l’unico italiano tra gli otto componenti del board dell’organizzazione che, con sede a Bruxelles, trasmette alle istituzioni dell’Unione Europea le istanze del volontariato del continente

06 ottobre 2017

Il presidente del CSV Sardegna Solidale Giampiero Farru è stato eletto ieri a Vienna nel comitato direttivo del Cev, il Centro Europeo del Volontariato: sarà l’unico italiano tra gli otto membri del board dell’organizzazione nata nel 1990. Il Cev è una rete europea con sede a Bruxelles, costituita oggi da ottanta tra agenzie e centri di volontariato nazionali (tra cui CSVnet) e regionali con l'obiettivo di operare congiuntamente al fine di sostenere e promuovere il volontariato.

Divenuto in questi anni un organismo sempre più influente, il Centro trasmette alle istituzioni dell'Unione Europea le priorità collettive e le preoccupazioni delle organizzazioni che lo compongono, agendo come forum per lo scambio di politiche, esperienze e informazioni sul volontariato. La visione del Cev è un'Europa in cui il volontariato occupa un ruolo di primo piano nella costruzione di una società coesa e inclusiva basata sulla solidarietà e su una cittadinanza attiva. La sua missione consiste nel creare una realtà politica, sociale ed economica europea di supporto che favorisca la completa messa in atto del potenziale del volontariato, promuovendone il giusto riconoscimento da parte del pubblico, dei mezzi di comunicazione, delle imprese e dei responsabili politici di ogni livello.

Farru è stato quasi 20 anni fa tra i promotori della nascita Centro di servizio sardo: la sua nomina, si legge in un comunicato di Sardegna Solidale, è “un riconoscimento straordinario, che premia un movimento oggi composto nell’isola da oltre 1700 associazioni e circa 30 mila volontari”.

© Copyright Redattore Sociale