:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

La disabilità nei racconti di Noria Nalli, scrittrice con sclerosi multipla

Nuovo libro per l'autrice di “Avventure semiserie delle mie gambe”: esce, con Golem edizioni, “Il trono di Flebo”, una raccolta di racconti. “Dopo l'ironia del libro precedente, in questo lavoro affronto la disabilità con una dose maggiore di poesia, puntando lo sguardo sulle piccole cose”

09 ottobre 2017

Trono di flebo

ROMA – Dall’ironia alla poesia, ma raccontando sempre la disabilità: torna in libreria Noria Nalli, giornalista e scrittrice con sclerosi multipla. Dopo essersi fatta conoscere con “Avventure semiserie delle mie gambe”, esce ora, sempre per Gomel edizioni, con “Il Trono di Flebo”, una raccolta di racconti in formato e-book in cui la disabilità raccontata con un pizzico di poesia: “Dopo l'ironia del libro precedente – spiega Noria Nalli – in questo lavoro affronto la disabilità con una dose maggiore di poesia, puntando lo sguardo sulle piccole cose”. 

Il titolo è frutto di “un piccolo trucchetto per attirare l’attenzione – spiega l'autrice - Sfruttando il successo planetario della serie tv Il Trono di Spade, l’ho intitolato Il Trono di Flebo “. E intanto Noria Nalli sta già pensando al prossimo lavoro: “Sarà sempre scritto con un approccio favolistico-poetico – conclude l'autrice – e verterà sul tema degli ausili, ad esempio su come di usare la carrozzina in modo completamente diverso dalla visione pietistica imperante”. 

- I racconti che compongono Il trono di Flebo sono presi sia dai Racconti di corsia, pubblicati negli anni scorsi da Noria Nalli sulla cronaca torinese de La Stampa, sia dalla collaborazione dell'autrice per il periodico on line “The last reporter”, diretto da Paolo Morelli. I disegni sono di Riccardo Porcella e di Noria Nalli. Il trono di Flebo è disponibile su Amazon

Chi è Noria Nalli. Nata nel borgo medievale di Montagnana (PD) nel 1965, Noria Nalli si trasferisce a Torino l’anno successivo con la sua famiglia. Laureata in Filosofia, è sposata ed è mamma di due ragazze di 15 e 24 anni. Ha frequentato la “Scuola di giornalismo Carlo Chiavazza” di Torino, vanta un passato di cronista radiofonica presso Radio Torino Popolare. Dopo un periodo in cui si è dedicata alla pedagogia, riprende la carriera giornalistica nei primi anni Duemila. Incomincia a collaborare con La Stampa nel 2011, durante un lungo ricovero per un attacco di sclerosi. Ha scritto “Ritratti di corsia”, ma anche una rubrica sulla sclerosi multipla. Attualmente segue il blog La stampella di Cenerentola e collabora con Vita non profit, Famiglia Cristiana e Confidenze. Cura una rubrica settimanale sul tema della disabilità su radio Flash di Torino. Con “Il Trono di Flebo”, è al suo terzo libro, dopo “La stampella di Cenerentola” e “Avventure semiserie delle mie gambe”. 

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Sclerosi multipla

Stampa Stampa