:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Caregiver familiari in piazza, nel giorno degli emendamenti. Per dire: “Io esisto”

Il flashmob è promosso dal Coordinamento nazionale Famiglie disabili in occasione della presentazione degli emendamenti al Testo Unico in materia di caregiver familiare. Davanti al Senato, per “sensibilizzare i Senatori affinché il provvedimento preveda vere tutele e sostegni reali”

16 ottobre 2017

- ROMA – Hanno chiesto per anni questa legge e per anni l’hanno attesa: ora che sta finalmente prendendo forma, la considerano una “truffa a fini elettorali”, perché non prevede reali tutele per chi, come loro, assiste una familiare con grave disabilità 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, senza ferie né festività. Sono i caregiver familiari, che hanno levato un coro di proteste non appena il Senato ha licenziato il testo che riuniva le tre proposte di legge in discussione. Domani, martedì 17 ottobre, è il giorno della presentazione degli emendamenti e il Coordinamento nazionale Famiglie disabili ha dato appuntamento ai caregiver nei pressi del Senato, per dar vita a un flashmob, a partire dalle 15.30, con lo scopo di “sensibilizzare i senatori dell'XI Commissione affinché il provvedimento preveda vere tutele e veri sostegni e non venga usato per fini elettorali”. “Ci ritroveremo a gruppi di due – ci anticipa Maria Simona Bellini, presidente del Coordinamento – indossando un lenzuolo con la scritta ‘#ioestito’ e, sul retro, “Caregiver familiari sfruttati dallo Stato. Questa – spiega – è l’ultima chance che abbiamo. L’ultima possibilità di sostituire una legge inutile con una capace di tutelarci davvero, come anche l’Onu chiede da tempo al nostro Paese”. (cl) 

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Disabilità, Caregiver

Stampa Stampa