:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Firenze, gara podistica per combattere le leucemie

L'associazione italiana contro le leucemie linfomi e mieloma onlus di Firenze organizza una corsa/camminata non competitiva per far conoscere meglio l'associazione e sensibilizzare sul tema

17 ottobre 2017

- FIRENZE - Anche quest'anno, l'Ail (Associazione italiana contro le leucemie linfomi e mieloma onlus) di Firenze organizza una corsa/camminata non competitiva per far conoscere meglio l'associazione, sensibilizzare le persone sulla malattia e raccogliere fondi. AILoveRunning è in programma per domenica 29 ottobre a Firenze: si tratta di una corsa/camminata non competitiva sulle colline di Serpiolle/Cercina, con partenza e arrivo dalla sede Ail di Firenze (piazza Giovanni Meyer 2), organizzata da Ail in collaborazione con il Gruppo Sportivo Maiano affiliato UISP, che ogni anno va a sostenere un progetto scientifico/assistenziale specifico. L'iniziativa è patrocinata da Regione Toscana, Comune di Firenze, Comune di Sesto Fiorentino e Cesvot.

Quest'anno Ail Firenze ha deciso di sostenere il potenziamento del servizio di assistenza infermieristica domiciliare pediatrica effettuato da Ail in collaborazione e con la supervisione dell'équipe del servizio di cure domiciliari dell'Ospedale Pediatrico Meyer. "Sono contenta di presentare e sostenere anche quest'anno questa bella iniziativa dell'Ail, come già abbiamo fatto l'anno scorso - ha detto Stefania Saccardi - Questa volta, i fondi raccolti serviranno a potenziare l'assistenza infermieristica domiciliare per i bambini. Per quanto il Meyer sia un'ottima struttura, un lungo ricovero per un bambino è sempre traumatico, e, quando possibile, l'assistenza domiciliare è preferibile. Quindi invito tutti a partecipare alla corsa/camminata di domenica 29 e sostenere l'attività di Ail Firenze. IO e l'assessore Funaro ci siamo già iscritte".

"I malati oncoematologici sono obbligati a lunghi periodi di cura che accrescono notevolmente il senso di disagio e solitudine, e nel caso dei bambini il tutto è vissuto ancor più negativamente - dice il presidente Ail Silvio Fusari - Le cure domiciliari consentono ai piccoli pazienti di essere seguiti a casa o in una delle strutture di accoglienza dove il piccolo alloggia con i familiari. Il servizio di cure domiciliari ha come scopo quello di intervenire a casa, preservando la vita del bambino, mantenendone i legami familiari e le abitudini. Le cure domiciliari hanno permesso, fra l'altro, di non ritardare le dimissioni dei pazienti, andando a garantire la continuità  delle prestazioni assistenziali infermieristiche anche al domicilio".

"Questa è un'iniziativa bella e importante - dichiara l'assessore Sara Funaro - L'Ail fa tanto sul nosttro territorio, ha molta attenzione alle persone ma anche ai rapporti con le istituzioni. Tutte le persone che ci lavorano hanno professionalità e grande passione. Questa è l'ennesima, importante iniziativa in cui lo sport diventa solidarietà. Un grazie anche a Luida Via Roma, non è la prima volta che sostiene iniziative come questa".

Attualmente il servizio, iniziato nel 2008 ad opera di Ail Firenze, è effettuato in collaborazione con l'équipe del servizio di cure domiciliari dell'Ospedale Pediatrico Meyer.
Vista la maggiore collaborazione e la mission di Ail tesa a promuovere la domiciliarizzazione dei pazienti, Ail Firenze vorrebbe aumentare il numero degli accessi domiciliari annui. L'evento AILoveRunning darà modo, tramite tutti i partecipanti, di far conoscere ancora di più Ail Firenze e i servizi offerti in collaborazione con l'Ospedale Pediatrico Meyer e, in particolare, sensibilizzare sull'importanza di evitare l'ospedalizzazione per i bambini in cura, ove possibile, e quindi aumentare il numero degli interventi domiciliari.

Per iscrizioni e informazioni, vai sul sito di Ail Firenze: www.ailfirenze.it

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa