:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

"Eppure esiste", a Firenze un mese di incontri sulla Palestina

Dibattiti, proiezioni di film, performance artistiche, presentazioni di libri, reading di testi, con diversi ospiti ed esperti, tra cui Michele Giorgio, Egidia Beretta, Alberto Tonini, Patrizia Cecconi, Raffaele Palumbo, i giovani di Rondine Cittadella della Pace, il Coro Donne per la Pace

30 ottobre 2017

- FIRENZE - In occasione della Giornata Internazionale Onu per i Diritti del Popolo Palestinese, a Firenze, dal 2 novembre al 9 dicembre 2017 si terrà una serie di iniziative dal titolo ‘Eppure esiste’, per porre sotto il riflettore diversi aspetti che riguardano la questione palestinese. La prima iniziativa sarà realizzata il 2 novembre, in occasione del centenario della Dichiarazione di Balfour, presso gli spazi del Cinecittà, e vedrà una tavola rotonda con la presenza qualificata di ospiti come Michel Warshawsky, Wasim Dahmash, Mjriam Abu Samra, Diego Siragusa, Cinzia Nachira e Mahmud Hamad, una cena palestinese e il concerto dei Kabila, affermata band nel panorama della musica mediterranea.

Le iniziative si concluderanno con un convegno il 9 dicembre, a Palazzo Vecchio, con gli interventi di:Mai Alkaila, ambasciatrice palestinese in Italia; Avraham Burg, ex presidente del Parlamento israeliano; Mjriam Abu-Samra, ricercatrice della Oxford University; Jamil Hilal, sociologo della Birzeit University; Filippo Landi, giornalista ex corrispondente RAI a Gerusalemme; Marisa Nicchi, onorevole del MDP; Alessia Petraglia, onorevole di Sinistra Italiana; Laura Puppato, onorevole PD, ed altri parlamentari ancora da confermare.

Tra le due iniziative, si susseguiranno altri sette eventi, tra dibattiti, proiezioni di film, performance artistiche, presentazioni di libri, reading di testi, con diversi ospiti ed esperti, tra cui Michele Giorgio, Egidia Beretta, Alberto Tonini, Patrizia Cecconi, Raffaele Palumbo, i giovani di Rondine Cittadella della Pace, il Coro Donne per la Pace.Anche le location coinvolte sono differenti: Palazzo Vecchio, la Biblioteca delle Oblate, le Murate, la biblioteca Ragionieri di Sesto Fiorentino, il Teatro del Cestello, il cinema Sala Esse, il Teatro dell'Affratellamento.

Le iniziative sono promosse dalle organizzazioni locali della “Società civile italiana per i diritti del popolo palestinese”: Pax Christi - Campagna 'Ponti e non muri', Associazione di Amicizia italo-palestinese, Assopace Palestina, COSPE onlus.

 

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa