:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Mense scolastiche: “Fondo da 1,5 miliardi per garantire pasto a tutti”

Lo chiede la senatrice Alessia Petraglia commentando l’episodio di Montevarchi, dove la sindaca vorrebbe riservare soltanto pane e olio ai bambini figli di genitori morosi per il mancato pagamento della mensa

09 novembre 2017

- FIRENZE - "Sia costituito subito un fondo di un miliardo e mezzo di euro annui, a cui i comuni possano attingere, finalizzato alla gratuità delle mense nelle scuole che adottano il tempo pieno: chiediamo a chi si indigna per situazioni in cui i bambini sono privati della mensa scolastica di sostenere questo nostro emendamento".  

Lo dichiara la senatrice di Sinistra Italiana Alessia Petraglia, commentando l'ultimo episodio che riguarda il comune di Montevarchi, in provincia di Arezzo, dove la sindaca di centrodestra vuol lasciare a pane ed olio i bambini figli di genitori morosi per il mancato pagamento della mensa.

"In Toscana, come nel resto d'Italia, di situazioni da brivido come quello del comune aretino ce ne sono a bizzeffe – ha detto Petraglia - Talvolta si arriva a proporre anche di negare il pasto ai ragazzi, come nel caso di Grosseto. Molti politici, giustamente, si indignano ma forse il momento è opportuno per segnare una svolta di civiltà nel nostro paese e porre termine ad umilianti esperienze a danno di bambini che non hanno nessuna responsabilità. A nostro avviso lo Stato deve garantire totalmente l'insegnamento pubblico e la fruibilità delle scuole. Si tratta di scelte politiche concrete che spettano non solo all'opposizione ma soprattutto - ha concluso Petraglia - a chi è in maggioranza".

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa