:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Papa Francesco: "Lottare contro tutte le povertà, spirituali e materiali"

Oggi la celebrazione della Giornata dei poveri, iniziativa istituita dal Pontefice a conclusione del Giubileo della misericordia. Oltre 7 mila poveri hanno assistito alla messa nella basilica di San Pietro: 1500 di loro saranno ospiti a pranzo nell'aula Paolo VI

19 novembre 2017

boc Roma - "I poveri hanno un posto speciale nel cuore di Dio: questi fratelli più piccoli, da lui prediletti, sono l'affamato e l'ammalato, il forestiero e il carcerato, il povero e l'abbandonato, il sofferente senza aiuto e il bisognoso scartato. Sui loro volti possiamo immaginare impresso il volto del signore". Sono le parole di papa Francesco pronunciate durante la messa celebrata a San Pietro in occasione della Giornata mondiale dei poveri. "Nel povero Gesù bussa al nostro cuore e, assetato, ci domanda amore - ha proseguito il Papa - . Quando vinciamo l'indifferenza e nel nome di Gesù ci spendiamo per i suoi fratelli più piccoli, siamo suoi amici buoni e fedeli, con cui Egli ama intrattenersi". "Questa - sottolinea il Papa -  è la vera fortezza: non pugni chiusi e braccia conserte, ma mani operose e tese verso i poveri, verso la carne ferita del Signore. I poveri sono il nostro 'passaporto per il paradiso'. Se agli occhi del mondo i poveri hanno poco valore, sono loro che ci aprono la via al cielo, Per noi è dovere evangelico prenderci cura di loro, che sono la nostra vera ricchezza, e farlo non solo dando pane, ma anche spezzando con loro il pane della Parola, di cui essi sono i più naturali destinatari. Amare il povero significa lottare contro tutte le povertà, spirituali e materiali. E ci fa bene: accostare chi più povero di noi toccherà la nostra vita. Ci ricorderà quel che veramente conta: amare Dio e il prossimo. Solo questo dura per sempre, tutto il resto passa; perciò quel che investiamo in amore rimane, il resto svanisce". A parteciapare alla messa sono stati 7 mila poveri, provenienti da tutto il mondo, accompagnati dai volontari di varie associazioni di assistenza: 1500 di loro resteranno a pranzo con Francesco nell’Aula Paolo VI. 

La prima Giornata mondiale dei poveri è stata istituita da Papa Francesco a conclusione del Giubileo della misericordia, affinché tutta la comunità cristiana fosse chiamata a tendere la propria mano ai poveri, ai deboli. La Chiesa di Roma, per celebrare la Giornata, ha promosso una serie di attivita' iniziate lo scorso 11 novembre con la presentazione del rapporto "La poverta' a Roma: un punto di vista" e del sussidio pastorale "Non lasciamoli soli. La pedagogia della carità come scelta educativa", entrambi realizzati dalla Caritas diocesana di Roma. In molte parrocchie della Capitale, dopo le celebrazioni eucaristiche, si svolgeranno iniziative di solidarietà che vedranno protagonisti i poveri. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Povertà, Papa Francesco

Stampa Stampa