:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Infanzia, Boschi: "Non può esistere la lotteria dei diritti e delle possibilità"

Il sottosegretario alla presidenza del consiglio al convegno all’Istituto degli Innocenti di Firenze. “Tutti noi abbiamo il diritto ad avere le stesse opportunità. Il Governo deve cercare di far partire tutti dallo stesso punto”

20 novembre 2017

- FIRENZE - “Dobbiamo pensare agli altri bambini del mondo che non hanno acqua potabile e cibo per nutrirsi. Non tutti i bambini hanno la possibilità di andare a scuola, alcuni sono costretti a combattere guerre, vivono situazioni di abusi e violenze”. Sono le parole che il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, ha rivolto ai bambini presenti al convegno ‘Bambini, diritti verso il futuro’ organizzato all’Istituto degli Innocenti in occasione dell’anniversario dell’approvazione della convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Secondo Boschi, “tutti noi abbiamo il diritto ad avere le stesse opportunità, non può esistere la lotteria dei diritti e delle possibilità, occorre che siamo tutti allo stesso punto di partenza e il Governo deve cercare di far partire tutti dallo stesso punto”. Il sottosegretario ha poi detto che “i diritti dei bambini sono i diritti più importanti” e ha ricordato un proverbio dei nativi americani che dice: “L’unica cosa necessaria per la tranquillità del mondo è che ciascun bambino possa crescere felice”.
Al convegno è intervenuta anche l’assessore al sociale della Regione Toscana Stefania Saccardi, che ha lanciato la proposta al governo di istituire un servizio che possa accompagnare i figli adottivi nella ricerca delle proprie origini.  

Maria Elena Boschi all'Istituto degli innocenti

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa