:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Soci@almente, lotta al bullismo nelle scuole toscane

Il progetto Soci@lmente mira a fornire ai dirigenti scolastici, ai docenti e a tutto il personale ATA una formazione che accresca i loro bagaglio professionale ed educativo per fronteggiare l’aggressività minorile e le dinamiche di gruppo che l’alimentano

29 novembre 2017

- FIRENZE - E’ stato presentato, presso l’Istituto “Virgilio” di Empoli, il corso formativo “Soci@lmente” pensato per contrastare bullismo e cyberbullismo. Sarà a disposizione delle scuole della Regione Toscana e partirà in via sperimentale nell’area dell’empolese, nel trimestre gennaio-marzo 2018, con cadenza infrasettimanale. Il progetto Soci@lmente mira a fornire ai dirigenti scolastici, ai docenti e a tutto il personale ATA una formazione che accresca i loro bagaglio professionale ed educativo per fronteggiare l’aggressività minorile e le dinamiche di gruppo che l’alimentano.

Studi recenti e fatti di cronaca hanno evidenziato come il fenomeno trovi sempre più ampia diffusione sui social network: è stato calcolato che il 91% dei ragazzi tra i 14 e i 18 anni è iscritto ad almeno un social media che, se da un lato favorisce enormemente la comunicazione tra i giovani, dall’altro pone le vittime di violenze psicologiche in condizioni di isolamento dalle quali è per loro difficile uscire senza l’aiuto di qualcuno. Il cyberbullismo ha registrato, a livello nazionale, un incremento dell’8% nel 2016, con ben 235 casi acclarati. Secondo un’indagine condotta dal Censis in collaborazione con la Polizia Postale, circa il 52% dei presidi italiani ha dovuto gestire episodi di bullismo digitale.

Su questo fronte un aiuto importante è venuto dalla legge “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del bullismo e cyberbullismo”, entrata in vigore il 18 giugno scorso, che ha fornito strumenti ancora più forti per affrontare la problematica. Tra le novità introdotte anche la formazione del personale scolastico e l’individuazione in ogni scuola di un referente per coordinare le iniziative di prevenzione e di educazione che prevedono la partecipazione attiva degli studenti. In questo quadro, si inserisce bene Soci@lmente che vuole dare una mano concreta a coloro che sono in prima linea nel mondo giovanile.

Soci@lmente si sviluppa all’interno del Comitato Scuola Sicura Insieme, coordinato dalla Prefettura, con la collaborazione dell’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici, coadiuvato dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni, dal Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità - Centro Giustizia Minorile per la Toscana ed Umbria e dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana.

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa