:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Firenze, agli Uffizi visite speciali per i disabili

Due giorni interamente dedicati alla Giornata internazionale della disabilità. Per l’occasione gli Uffizi inaugurano due nuove statue che fanno salire a 16 il numero delle opere esplorabili in autonomia nel percorso “Uffizi da toccare”

01 dicembre 2017

- FIRENZE - Oggi e domani, due giorni interamente dedicati alla Giornata internazionale della disabilità e per l’occasione gli Uffizi inaugurano due nuove statue che fanno salire a 16 il numero delle opere esplorabili in autonomia nel percorso “Uffizi da toccare”. Le Gallerie degli Uffizi offrono due giornate di attività il 1 e il 2 dicembre in occasione della Giornata dei Diritti delle persone con disabilità celebrata in tutto il mondo, invitando le persone con disabilità a partecipare alle attività per loro progettate. Due giorni in cui sarà possibile partecipare al programma di iniziative, appositamente pensate per visitatori alla ricerca di novità, ma che necessitano anche di un’attenzione dedicata.

L'iniziativa è stata presentata questa mattina alla Galleria degli Uffizi dal direttore Eike Schmidt. Per l'amministrazione comunale erano presenti la presidente del consiglio comunale Caterina Biti, il vicepresidente Massimo Fratini e la consigliera Benedetta Albanese in rappresentanza della Città Metropolitana.

Venerdì 1 dicembre le attività saranno concentrate agli Uffizi, dove in occasione della importante ricorrenza internazionale saranno inaugurate due opere che si aggiungono al percorso Uffizi da toccare facendo salire a 16 il numero delle opere esplorabili anche in autonomia.
E per restituire ancora più valore alla collaborazione, ormai pluriennale, con l’Unione Italiana Ciechi – Sezione di Firenze – gli Uffizi hanno organizzato un momento di dialogo e approfondimento rivolto a tutti i visitatori, desiderosi di farsi guidare, bendati, alla scoperta tattile delle due nuove opere.
Una opportunità di dialogo tra persone, una modalità di cogestione delle visite valorizzando il saper toccare che hanno le persone cieche, competenza che spesso i vedenti hanno quasi dimenticato, e forse anche perso, rapiti dall’eccessivo spazio che è stato dato alle competenze audiovisuali.

Il pomeriggio alle 14.30 l’Associazione l’Immaginario, insieme all’Associazione Autismo Firenze, guiderà un gruppo di persone con disturbi dello spettro autistico alla scoperta di alcuni capolavori degli Uffizi, l’iniziativa rientra in un progetto di formazione al personale delle gallerie finanziato grazie al contribuito della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.
Sabato 2 dicembre l’attenzione si sposterà nei musei di Palazzo Pitti, dove, grazie alla disponibilità del personale, e grazie alla collaborazione di alcuni volontari del Servizio Civile Nazionale saranno organizzate visite sia al Percorso Forma e materia attraverso il tatto presso la Galleria d’Arte Moderna che alla Galleria Palatina per un percorso alla Galleria Palatina e Appartamenti Reali

Il Giardino di Boboli poi apre la Limonaia alle visite multisensoriali alla collezione storica-medicea degli agrumi. I visitatori verranno guidati alla scoperta delle piante presenti scoprendone le principali caratteristiche di forma e profumo attraverso l’esperienza tattile, con la collaborazione degli ospiti del Centro Diurno CSE Il Totem di Firenze, gestito dalla Cooperativa Sociale Il Girasole. Ingresso consigliato da Annalena.

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa