:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

10 libri sociali, storie da leggere e regalare

Nella rubrica, uno speciale dedicato alle festività. Tra i temi: Chi aiuta i caregiver? - Storie di "dipendenze"- L'anziano e il suo futuro – Le città resilienti - Giovani e meno giovani costretti a lavorare gratis - I social network sono pieni di bambini ma chi li protegge? - Il fenomeno del caporalato – Le "identità fluide"

16 dicembre 2017

10 libri sociali - dicembre 2017

FERMO - Come ci si sente a farsi carico della sofferenza di una persona cara e quali sono i bisogni di chi sta accanto a un familiare ammalato? Come, la malattia di un genitore, influenza la crescita di un figlio adolescente? Manuela Provantini (psicologa, psicoterapeuta) in Chi aiuta i caregiver? (FrancoAngeli, 2016) rivolge l’attenzione a quanti si trovano ad affrontare la malattia oncologica e ad accompagnare una persona cara in questo delicato e difficile percorso. I social network sono pieni di bambini ma chi li protegge? Alberto Rossetti e Simone Cosimi propongono l’agile guida Nasci, cresci e posta (Città Nuova, 2017) utile a capire le regole, che sovrintendono la presenza dei bambini e degli adolescenti sulle piattaforme digitali. Il testo racconta il processo di costruzione dell’identità nel mondo digitale, illustrando come i minori utilizzino i social network per puntellare il proprio sviluppo. E come queste piattaforme possano partorire effetti collaterali importanti: dal cyberbullismo all’ipersuggestione fino alla sovrapposizione assoluta fra dispositivo e social, strumento e social. 

Albero di Natale fatto di libri

Non è lavoro, è sfruttamento - Giovani e meno giovani costretti a lavorare gratis, uomini e donne assuefatti alla logica della promessa di un lavoro pagato domani, lavoratori a 3 euro l'ora nel pubblico e nel privato: questa è la modernità che paga a cottimo. Non è lavoro, è sfruttamento di Marta Flana è l’inchiesta sulla condizione del lavoro in Italia (Laterza, 2017).  Il fenomeno del caporalato, insieme a quello del lavoro nero, presente soprattutto nel settore agricolo, interessa tutto il nostro paese, con punte preoccupanti nell’Italia meridionale. Agricoltura senza caporalato (Donzelli, 2017) è il testo dell’Osservatorio sulla criminalità nell'agricoltura e sul sistema agroalimentare curato da Fabrizio Di Marzio con una prefazione di Giancarlo Caselli. Un’indagine affidata a studiosi di varia provenienza, su un fenomeno che interessa la società civile nella sua interezza e nei suoi fondamenti.

Storie comuni riscontrabili nell’esperienza di molti - La ruggine non dorme mai (Pacini editore, 2017), lo sanno bene Fabio Lugoboni (medico internista ospedaliero che si occupa da 30 anni di dipendenze) e Renzo Segala (avvocato, autore di teatro e satira) che nel testo raccontano le vicende dell’équipe del reparto di Tossicologia clinica del nuovo Policlinico della città di Ferrara, un’innovativa struttura dedicata ad ogni tipo di dipendenza. Protagonisti sono “i pazienti che si avvicendano nelle giornate, narrate come in una fiction televisiva, accanto ai classici “drogati”, appaiono pazienti dipendenti da sostanza lecite, come sonniferi e analgesici”, storie del tutto comuni, riscontrabili nell’esperienza di molti. Gli psicologi Emanuela Lo Re e Roberto Bestazza nella pubblicazione Identità fluide (Armando Editore, 2017) propongono esperienze e riflessioni cliniche a partire da alcune domande: Chi sono i giovani adulti oggi? Quali le difficoltà, i bisogni, i desideri e le speranze che motivano la loro richiesta di aiuto? Quali percorsi terapeutici possono favorire il loro passaggio alla vita adulta?”.

L’arte di adattarsi ai cambiamenti - La città resiliente di Pietro Mezzi e Piero Pelizzaro (Altreconomia, 2017) racconta il repertorio di politiche e prassi delle “resilient cities”: Barcellona, Rotterdam, Copenhagen, Malmö, New York, Boston, New Orleans, Norfolk e di Milano, Roma, Bologna, Venezia. Città che hanno raccolto la sfida della resilienza, l’arte di adattarsi ai cambiamenti, trasformando così le incertezze in occasioni e i rischi in innovazione. La questione dell’anziano è qualcosa che riguarda l'intera società che deve mettersi in gioco per "trovare un nuovo equilibrio sociale soddisfacente, sia nei rapporti che nella distribuzione di attività, mezzi, opportunità". Affrontano il tema Sandro Antoniazzi e Marco Carcano nel testo  L'anziano e il suo futuro. Un problema di riconoscimento (Jaca Book, 2017). La disabilità di un figlio tra angosce e speranze raccontata da un papà ne Il pigiamino strappato di Giovanni Parentignoti (Kimerik edizioni, 2017). Camminare sui trampoli, volteggiare con il trapezio, sputare fuoco, è estremamente rischioso. Vivere in una periferia controllata dalla criminalità organizzata è ancora più rischioso. Il rischio di Chiara Lico (Sinnos, 2017) è un romanzo su una storia d'amore tra un ragazzo e una ragazza dal destino segnato.

Leggi tutte le edizioni della rubrica ''10 libri sociali''

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa