:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Un circo sociale a Danisinni, nel cuore del centro storico di Palermo

Il tendone sorgerà su un’area di 250 metri quadri all’interno dei terreni che oggi costituiscono il parco Santa Agnese: sarà uno spazio dove verranno organizzati corsi, spettacoli, laboratori circensi e di giocoleria, ma anche luogo di condivisione per la comunità. Avviata la campagna di crowdfunding

19 dicembre 2017

Piccoli circensi crescono - Foto Anna Lombardo, studentessa dell'Accademia di belle arti di Palermo
Piccoli-circensi-crescono---ph--Anna-Lombardo-studentessa--dell'ABA-Palermo-(2)

PALERMO - Presto nascerà a Danisinni, nel cuore del centro storico di Palermo, un circo sociale permanente per far divertire bambini, ragazzi e famiglie. Un circo moderno che - sarà uno spazio di valori e linguaggi trasversali, capaci di insegnare agli adulti di domani la legalità, il rispetto dell’altro, dell’ambiente e della propria città, ma soprattutto la capacità di sognare e spendersi per cambiare il proprio destino. (PHOTOGALLERY)

Per tutta la giornata di sabato scorso è stata avviata, con un momento di festa, la campagna di crowdfunding "Danisinni: una festa con attività ludiche e artistiche, danze in piazza, letture di favole e spettacolo di circ’abaret, laboratori di scrittura nella LudoBiblioteca". Inoltre è stata proposta anche una visita guidata del quartiere e delle opere di street art e una passeggiata nel parco adiacente la chiesa di Santa Agnese con il suo orto urbano e la fattoria didattica. Tra le novità, in collaborazione con il centro diaconale valdese "La noce" sono stati cucinati dei dolci tipici della cucina siriana e tunisina e proposto un laboratorio di lingua araba.

L'artista di strada Jonathan Marquis strega i bambini dei Danisinni - Foto Rossella Puccio
L'artista di strada Jonathan Marquis strega i bambini di Danisinni

"Il nostro principio di fondo è quello di lavorare come comunità educante - dice con soddisfazione fra' Mauro Billetta parroco e coordinatore della chiesa e del parco Sant'Agnese - valorizzando attraverso un capillare lavoro di rete che coinvolge tante realtà, tutte le risorse di Danisinni in una dimensione più ampia di crescita per il bene di tutta la città. Danisinni in questo modo vuole a poco a poco diventare un modello di creatività e bellezza socio-culturale dentro e fuori la sua realtà". 

L'iniziativa si inserisce nel progetto più ampio di "Rambla Papireto" avviato nel maggio scorso dall’Accademia di Belle Arti di Palermo con il patrocinio del comune di Palermo, che nel corso di quest’anno ha animato con successo il quartiere con diverse attività artistiche e sociali. "E' la continuazione di Rambla Papireto con cui vogliamo rilanciare la vitalità del quartiere - sottolinea anche Valentina Console, docente di scenografia dell’Accademia di Belle Arti -. I ragazzi già nella prima fase del progetto avevano partecipato a dei progetti di street art e di arte circense. Ciò ci ha portato all'idea di realizzare presto proprio un circo sociale permanente aperto a grandi e piccoli. Il progetto, in un quartiere fortemente disagiato, vuole offrire a giovani e bambini un forte riscatto sociale e culturale". 

Street art a Dannasinni. Opera di Francesco Gennaro, studente dell'Accademia di belle arti di Palermo - Foto Rossella Puccio
Street-art-ai-Danisinni-di-Francesco-Gennaro-studente-ABA-Palermo---ph--R-Puccio-(2)

Il circo sociale prevede l'installazione di un tendone su un’area di 250 metri quadri all’interno dei terreni che oggi costituiscono il parco Santa Agnese. Il circo sarà anche uno spazio in cui verranno organizzati corsi, spettacoli, laboratori circensi e di giocoleria, ma anche luogo di condivisione per la comunità, gli artisti locali e stranieri. Gli artisti di Circ’Opificio e Circ’All, associazioni partner della campagna "Danisinni Circus", si occuperanno della gestione del circo sociale. "Dopo il successo dell'anno scorso - spiega Daniele Nash presidente di Circ'all - abbiamo pensato che sarebbe stato importante creare una realtà permanente in grado di coinvolgere i bambini ed i ragazzi con l'obiettivo alto di farli interagire con il mondo esterno. Abbiamo già il tendone e i fondi che stiamo raccogliendo ci permetteranno di attivarlo pianamente con tutti gli strumenti necessari a mantenerlo in vita. All'interno di esso promuoveremo anche alcuni laboratori artistico-sociali. Il desiderio è quello che sempre più cittadini possano conoscere questo quartiere pieno di risorse umane creative". "Penso che si stia lavorando molto bene per tutti noi ragazzi - dice Gabriele di 16 anni -. In questo luogo non abbiamo mai avuto nulla e per noi è una grande gioia adesso avere degli spazi dove divertirci che ci allontanano dalla strada. Ho un fratello più piccolo che desidera tanto questo circo. Io studio all'istituto alberghiero e mi piacerebbe fare il pizzaiolo". 

Un momento della parata circense - Foto Rossella Puccio
Un-momento-della-parata-circence---ph--Ro-Puccio-(2)

Tra i partecipanti alla festa c'è con tutta la sua famiglia anche il siriano Adel El Ali di 33 anni che l'anno scorso insieme alla moglie è arrivato con i suoi cinque bambini a Palermo grazie al ponte umanitario della Tavola valdese e che oggi è ospite del centro diaconale valdese La noce. "Abbiamo cucinato due nostri dolci tipici per potere condividere con gli amici palermitani questa bella festa. In un anno è cambiato tanto in me e nella mia famiglia e mi sento a casa mia grazie a tante persone che ci vogliono bene. Sto imparando l'italiano, i miei bambini vanno a scuola e sto iniziando anche a lavorare. Vivere insieme a voi in pace è importantissimo e bellissimo per tutti noi". "E' un anno che sono a Palermo - aggiunge pure il giovane tunisino Badi Khelifi ospite dei valdesi - e oggi mia moglie ha cucinato un dolce. In città mi trovo bene perché tutti sono molto accoglienti. Sto cercando un lavoro e spero che presto arriverà". La campagna crowdfunding "Danisinni Circus" è consultabile sulla piattaforma Produzioni dal basso. (set)

© Copyright Redattore Sociale

Ti potrebbe interessare anche…

Stampa Stampa