:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Natale sold out alla locanda sociale. E ora si pensa al Capodanno

Serata di San Silvestro all'insegna della solidarietà e dell’intimità in programma alla Locanda del Terzo Settore “Centimetro Zero” di Spinetoli nelle Marche

27 dicembre 2017

Locanda del Terzo Settore 3

- SPINETOLI - Un momento intimo da condividere con gli amici e le persone care. Una serata e una notte per vivere nel segno della solidarietà e della buona cucina il passaggio tra il vecchio e il nuovo anno. Sarà questo il capodanno in programma alla Locanda del Terzo Settore “Centimetro Zero” di Spinetoli (Ap): il progetto di locanda sociale nato due anni fa a Spinetoli (Ap) per offrire un’opportunità di formazione e crescita personale e professionale a giovani con disabilità, soprattutto mentale, coniugando impegno sociale e alta cucina. Un ristorante che offre piatti realizzati con prodotti esclusivamente locali e che si sta affermando come ristorazione d’eccellenza nelle Marche e nel resto d’Italia. Dopo il sold out di Natale, la Locanda e i suoi ragazzi si vestono a festa per accogliere gli ospiti nell’ultima notte dell’anno, con un numero limitato di posti a sedere e un menù che riporta ai sapori e ai profumi della terra.

Locanda del Terzo Settore 1

“A Natale e Santo Stefano – raccontano i responsabili del progetto -  abbiamo registrato il tutto esaurito. Ottime presenze anche per gli eventi che hanno accompagnato l’attesa delle feste, come quello promosso in occasione del Solstizio d’Inverno, il 21 dicembre scorso”. Meditazione, musica di sottofondo e lume di candela, per la serata che ha avvicinato gli ospiti alla parte più profonda di se stessi: un’occasione unica per rallentare il ritmo quotidiano e fermarsi a riflettere sui propri sentimenti e sui propositi per il nuovo anno, cullati dalle note e dal proprio respiro. E, per concludere la serata, una cena che ha proposto felici quanto inedite contaminazioni.

E sarà un menù a ‘centimetro zero’, nella migliore tradizione della Locanda, a sottolineare anche il passaggio del 31 dicembre. Cosmopolitan al melograno e bruschetta con crema di radicchio e noci per cominciare. E poi ‘Il Bacio’ della Locanda con funghi champignon, ricotta, pomodorini secchi e olive taggiasche. Il tomino con granella di nocciole su letto di invidia, precederà il tortino di verza, mentre il risotto allo champagne e pesto di ortica e borragine croccante annuncerà lo stinco di maiale in arance rosse e dragoncello, con patate duchessa. A mezzanotte, lenticchie al churry con crostini di pane di segale, buffet di frutta fresca, dolci e spumante per festeggiare e accogliere il nuovo anno.

Locanda del Terzo Settore 2

“Dopo il tutto esaurito registrato in questi giorni di festa – spiegano i responsabili della Locanda – per l’ultima notte dell’anno abbiamo preferito rendere disponibili solo pochi posti, una trentina in tutto, per regalare ai nostri ospiti un evento intimo, un momento di serenità, lontano dalla frenesia. Perché questo è quello che più racconta lo stile della nostra Locanda”. Al giro di boa anche il progetto “Professione Centimetro Zero, con i corsi di formazione professionale che hanno lo scopo di fornire ai ragazzi con disabilità le conoscenze adeguate per svolgere con professionalità il proprio lavoro, in sala e in cucina. La cena sociale di sabato scorso ha segnato la fine della prima parte dei corsi che stanno registrando una buona partecipazione e ottimi risultati in termini di attenzione. Inaspettato, il successo che riscuote nei ragazzi il momento della meditazione, che precede e annuncia l’ora di insegnamento: un incontro sempre molto richiesto e atteso dagli allievi.

Locanda del Terzo Settore 4

“Siamo molto soddisfatti di come i ragazzi stanno rispondendo alla formazione professionale – raccontano i docenti -. Sono attenti, interessati e dimostrano un grado di acquisizione delle lezioni che non ci aspettavamo. Riescono ad interagire tra loro e con gli ospiti della Locanda con molta disinvoltura e sicurezza, dimostrando un’ottima crescita professionale. Segno che siamo sulla buona strada e su questo stesso percorso abbiamo intenzione di proseguire nell’anno che sta per cominciare”.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa