:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Crisi economica e immigrazione, ecco le paure degli italiani per il 2018

I dati scaturiscono dal sondaggio eseguito da Findomestic in collaborazione con Doxa, che ha chiesto agli italiani quali sono le aspettative per l’anno che verrà. Preoccupa anche l’instabilità politica

29 dicembre 2017

- FIRENZE – Quali sono le paure degli italiani per l’anno che verrà. La possibilità che la crisi economica si prolunghi spaventa più di un italiano su due (53%). Nell’elenco delle paure che accompagnano l’arrivo dell’anno nuovo, gli italiani indicano anche – appaiate al 36% – l’aumento dell’immigrazione e l’instabilità politica nazionale. Anche il tema del lavoro resta particolarmente sentito: il 39% degli intervistati spera che l’Italia vedrà ridursi la disoccupazione e il 9% si augura di trovare una nuova posizione lavorativa.

I dati scaturiscono dal sondaggio eseguito da Findomestic in collaborazione con Doxa, che ha chiesto agli italiani quali sono le aspettative per il 2018. Aldilà delle suddette paure, l’Osservatorio di Findomestic registra un clima di ottimismo per un italiano su due in vista del nuovo anno, ma non tutte le paure sono alle spalle.

Inoltre Findomestic ha interrogato gli italiani sui buoni propositi per il 2018: il 30% è deciso a perdere peso, mentre il 26% ha come obiettivo quello di risparmiare di più. Secondo la società di credito al consumo del Gruppo BNP Paribas, il benessere fisico vince su quello economico anche nella lista degli auspici: se ben il 59% si augura di vivere un 2018 in piena salute, il 43% ha come priorità la serenità della vita affettiva e sentimentale e il 41% sogna un anno all’insegna della sicurezza economica.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa