:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Volontariato, verso una cabina di regia con "RomaAiutaRoma"

Parte il 19 gennaio il percorso di formazione per i volontari al fianco di persone fragili e senza dimora. Baldassarre: "Vogliamo innescare un circolo virtuoso"

07 gennaio 2018

ROMA - Parte il 19 gennaio #RomaAiutaRoma, il percorso di formazione per i volontari per le persone fragili, promosso e lanciato dall'assessorato alla Persona, Scuola e Comunita' solidale in sinergia con il Forum del Volontariato per la strada. L'idea e' quella di -dar vita a una vera e propria cabina di regia del volontariato che "rappresenta una risorsa unica e insostituibile per una comunita' che sia davvero solidale e inclusiva". Appuntamento presso la sala Rosi del dipartimento Politiche sociali, Sussidiarieta' e Salute in viale Manzoni 16.

I corsi saranno organizzati in 6 moduli da 2 ore ciascuno, una volta a settimana. Sono  pensati per tutti coloro che sono interessati a svolgere attivita' di volontariato a favore dei senza dimora e delle persone in condizioni di fragilita' e di vulnerabilita' sociale a Roma, ma è suggerita l'adesione anche ai volontari gia' attivi che vogliono scambiare esperienze, aggiornarsi con i contributi di esperti, nonche' conoscere le attivita' di Roma Capitale tramite un confronto con la Sala operativa Sociale (Sos). Per aderire è necessario scrivere, entro il 12 gennaio, a assessoratoallapersona@comune.roma.it.

Nel corso delle lezioni verranno affrontati alcuni temi chiave: la rete dell'accoglienza a Roma e il ruolo della Sala operativa Sociale; la relazione con le persone in grave marginalita' sociale; nozioni di primo soccorso; approccio transculturale; aspetti antropologici e giuridici; nozioni di norme igieniche per la somministrazione dei pasti; segretariato sociale: come orientare le persone tra i servizi pubblici e del segretariato sociale; la gestione delle persone con dipendenze e disagio psichico; profili di sicurezza.

"Stiamo impostando un lavoro del tutto innovativo, che parte dalla formazione, considerata elemento imprescindibile affinche' il volontariato si configuri come un'azione credibile ed efficace. Vogliamo innescare un circolo virtuoso che comporti benefici e crescita per tutte le parti in causa. In particolare ai nuovi volontari verra' spiegato come garantire protezione e supporto ai senza fissa dimora", ha spiegato l'assessora alla Persona, Scuola e Comunita' solidale, Laura Baldassarre.

"L'accoglienza e', infatti, un tema - ha sottolineato l'assessora - che richiede il contributo di tutti, nessuno escluso. I corsi saranno tenuti da autorevoli professionisti: verranno trattati aspetti sociali, antropologici, sanitari e giuridici. Il tutto sara' organizzato con un approccio integrato, puntando sulle interconnessioni tra temi. Bisogna superare definitivamente la stagione dell'assistenzialismo e' questo e' uno degli strumenti piu' adeguati: il volontario e' una figura fondamentale per stimolare nuovi meccanismi di inclusione. Ascoltare, condividere ed elaborare per la collettivita': #RomaAiutaRoma e' un primo passo, vi chiediamo di iniziare questo cammino con noi".

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa