:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Lampedusa, interviene il Garante nazionale. Mercoledì 24 il “briefing”

Dopo i disordini scoppiati venerdì sera, il Garante ha ritenuto necessario un sopralluogo per verificare in che modo siano state affrontate le criticità segnalate in passato. Intanto 50 ospiti della struttura sono state trasferiti a Porto Empedocle

21 gennaio 2018

ROMA – Il Garante nazionale delle persone detenute o private della libertà personale interviene a Lampedusa. Aveva da tempo programmato una nuova visita all’hotspot di Lampedusa, per verificare in che modo le autorità locali e nazionali abbiano affrontato le criticità in passato segnalate. Ora, “il recente suicidio di un ospite della struttura e poi i disordini verificatisi nelle ultime ore – fa sapere in una nota il Garante - rendono ancora più opportuno un sopralluogo sull'isola". Mercoledì mattina saranno resi noti gli esiti della visita e sarà fatto il punto della situazione sulle strutture di privazione della libertà dei migranti irregolari presenti in Italia. 

Hot spot di Lampedusa. Protesta dei migranti. Cartelli

I disordini. Tutto è iniziato venerdì sera, con una lite degenerata in scontri con le forze dell'ordine. Il sindaco Totò Martello sollecita il Viminale ad accelerare le procedure di trasferimento: intanto ieri 50 ospiti dell'hotspot di Lampedusa sono stati trasferiti a Porto Empedocle (Ag) con la nave di linea Paolo Veronese. 

box L'appuntamento è alle 10 presso l’Ufficio del Garante regionale siciliano (viale Regione siciliana 2246, sesto piano, Palermo).

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Hotspot

Ti potrebbe interessare anche…

Stampa Stampa