:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Disabilità, una stanza multisensoriale per gli ospiti del centro diurno L’Onda

È una stanza al buio, dove effetti luminosi, colori, suoni, musiche e profumi trasmettono a chi la vive serenità e benessere. Un luogo dove gli operatori del centro di Lucca guidano gli ospiti in un percorso di stimolazione che produce effetti benefici sull’umore e sul comportamento

23 gennaio 2018

Stanza multisensoriale - foto 1

FIRENZE – Al Centro diurno per disabili L’Onda è arrivata la stanza “snoezelen”, un nome olandese per descrivere un ambiente che stimola i cinque sensi e che aiuta a rilassarsi. È - una stanza al buio, dove effetti luminosi, colori, suoni, musiche e profumi trasmettono a chi la vive serenità e benessere; un luogo dove personale qualificato guida gli ospiti in un percorso di stimolazione che produce effetti benefici sull’umore e sul comportamento. La “snoezelen room” è un tipo di terapia originariamente fondata in Olanda per le persone con disabilità cognitive e di sviluppo e lavora sul benessere della persona attraverso la stimolazione controllata dei cinque sensi: quindici o venti minuti sono sufficienti per stare meglio.

È questa la novità che sarà un punto di riferimento per la provincia di Lucca e che arricchisce il Centro di via di Tiglio a Carraia, una struttura semiresidenziale rivolta a persone con disabilità psico-fisica che svolge la propria attività in collaborazione con la famiglia, con gli altri servizi specifici per la disabilità e la rete sociale. Il Centro offre assistenza personalizzata e interventi di rieducazione e riabilitazione, accoglie un massimo di 29 persone tra i 18 e i 64 anni ed è un servizio dell’ex Azienda Usl 2 di Lucca gestito dal luglio 2016 dalla cooperativa “La Mano Amica”, associata a CO&SO.

Stanza multisensoriale - foto 2

“La Mano Amica” è stata fondata nel 1989 per offrire assistenza domiciliare in alcuni progetti nell’ambito della Salute Mentale nel Comune di Lucca e per garantire la funzionalità del nascente Centro Residenziale per Anziani di S. Anna e nel tempo ha saputo dare risposte a esigenze molto diverse, dando un valido aiuto ai servizi sociali del territorio. Nello svolgimento della propria attività ha da sempre scelto una forma di integrazione con i servizi pubblici, nell’ottica di un migliorare sempre più l’offerta rivolta ai cittadini. Con l’evoluzione del Terzo settore la cooperativa ha avuto l’occasione di creare una forte rete di collaborazioni con altri soggetti presenti nel territorio e aderire a Confcooperative. Una rete di rapporti che ha permesso di affinare sempre più la qualità del proprio lavoro.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa