:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Parte da Foggia il primo nucleo nazionale di clown dottori per l’emergenza

Riceveranno la patente da radioamatori in protezione civile i primi quindici clownterapisti scelti tra medici, psicologi, infermieri. Formazione specifica in safety security e disaster manager per coprire le emergenze sul fronte sanitario e psicologico

27 gennaio 2018

FOGGIA - Già dal prossimo mese di febbraio conseguiranno la patente ministeriale da radioamatori quindici clownterapisti di Foggia, membri del primo nucleo nazionale speciale di clowndottori specializzati in protezione civile. Nasce così, da Foggia, una figura completamente nuova e con competenze specializzate, destinata ad intervenire nelle situazioni, certamente non rare nel nostro paese, di calamità naturali e grandi emergenze. -Il progetto mette insieme da un lato la realtà dell’associazione di clownterapisti “Il Cuore Foggia”, nata nel 2012 e composta da circa 170 soci volontari specializzati in ambito sanitario e socioeducativo; dall’altro quella della sezione di Foggia dell’ERA, associazione nazionale di radioamatori in ambito di protezione civile. Nell’ambito de “Il Cuore Foggia”, dunque, sono stati scelti quindici clown dottori tra medici non di base, psicologi, sanitari, infermieri e paramedici, che stanno seguendo una formazione specifica per intervenire sul fronte di protezione civile nelle situazioni di emergenza come quelle causate da terremoti, da incidenti stradali, nei contesti marini e lacustri dove si deve operare con l’elisoccorso.

“I clownterapisti de Il Cuore Foggia già intervengono nelle strutture ospedaliere della zona e in contesti calamitosi in ambito sociale, con una propria attrezzatura, camper e tende per accogliere anziani e bambini – spiega Iole Figurella, infermiera, clownterapista e coordinatore del nuovo nucleo nazionale –; la novità di questo nucleo sta nell’integrazione specifica con la protezione civile, per una figura completa formata sul fronte disaster manager e safety security, per agire in contesto psicologico, sanitario e socioeducativo in emergenza. Conseguire la patente da radioamatori è il primo fondamentale obiettivo: consentirà a questi clownterapisti di ricevere e intercettare attraverso la radio le richieste di aiuto, di intervenire quando molto spesso nelle situazioni di emergenza il telefono non può essere di aiuto”. Prosegue così – in attesa dell’esame per la patente di radioamatori - la formazione continua di questo primo gruppo di persone, che ogni mese svolgono una giornata di apprendimento su un tema specifico e una di simulazione di una maxiemergenza. Questo stesso di tipo di formazione coinvolgerà nei prossimi mesi, a Foggia, altri clownterapisti in arrivo da associazioni di Taranto e di Genova. (sm)

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa