:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

"Io sono Saharaui", la storia dell’artista Mariem Hassan diventa un fumetto

Il libro, che sarà presentato venerdì 26 gennaio a Calenzano, racconta la vita della cantante di musica popolare, scomparsa nell’agosto 2016, divenuta negli anni simbolo e portavoce del tormentato popolo Saharawi

25 gennaio 2018

- FIRENZE – Si chiama "Io sono Saharaui” ed il libro illustrato firmato dal giornalista del Manifesto Gianluca Diana che racconta la storia di Mariem Hassan, cantante di musica popolare, scomparsa nell’agosto 2016, divenuta negli anni simbolo e portavoce del tormentato popolo Saharawi (minoranza etnica tradizionalmente residente nel Sahara Occidentale soggetta ad esili forzati). 

Il libro sarà presentato domani, venerdì 26 gennaio, alle 17.45 presso il circolo Arci La Vedetta di Calenzano (Firenze) alla presenza del sindaco Alessio Biagioli, dell’autore e del coordinatore delle associazioni a favore dei diritti della Repubblica Araba Saharawi Democratica, Sandro Volpe. L’evento, organizzato da Città Invisibili e Nadia Conti, sarà anche l’occasione per conoscere più da vicino la storia del popolo saharaui, spesso al centro del dibattito pubblico ma sconosciuto da molti.

Il fumetto ‘Io sono Saharaui’ (Edizioni Barta) è un’immersione completa nel mondo della cultura saharaui, raccontata attraverso la rocambolesca carriera della sua più celebre figlia, dagli esordi degli anni 1970 fino alla diffusione internazionale nei primi anni 2000 dell’haul, la musica tradizionale saharaui, fino alla partecipazione nel 2010 al concerto Womad, il festival internazionale di World Music fondato, tra gli altri, anche da Peter Gabriel.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa