:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Toscana, nasce l'Albo degli amministratori di cooperativa

Lo strumento, creato da Legacoop Toscana, servirà per migliorare le capacità di controllo e gestione delle imprese aumentando conoscenze e competenze dei gruppi dirigenti

26 gennaio 2018

- FIRENZE – Nasce l'Albo degli amministratori di cooperativa, per migliorare le capacità di controllo e gestione delle imprese aumentando conoscenze e competenze dei gruppi dirigenti. L'Albo, creato da Legacoop Toscana, è stato presentato questa mattina a Firenze, dove era in programma la giornata conclusiva della seconda edizione del corso “Spazi di cultura gestionale”, organizzato dalla Lega regionale delle Cooperative e Mutue con il sostegno di Coopfond, che si è svolto da ottobre a dicembre 2017. Il corso, rivolto agli amministratori delle cooperative aderenti a Legacoop Toscana, ha previsto una serie di lezioni dedicate ad approfondire i temi della differenza cooperativa rispetto ad altre forme di impresa, le specificità del bilancio delle cooperative, la condizione del socio-lavoratore, il dettaglio degli organi sociali e della responsabilità degli amministratori, oltre a due seminari: uno sulla nuova disciplina sugli appalti pubblici e uno su storia e valori della cooperazione.

“L'Albo nasce per fare in modo che tutti gli amministratori possano essere adeguatamente formati e aumentare la loro consapevolezza sui modi e gli strumenti di gestione – ha spiegato il presidente di Legacoop Toscana Roberto Negrini – per controllare così le azioni intraprese dalle proprie cooperative e capirne gli effetti. L'obiettivo è dotare i dirigenti delle competenze necessarie a esercitare una gestione sempre più consapevole”.

Entro fine anno – secondo il percorso tracciato da Legacoop – saranno almeno 600 (su un totale di oltre 4.000 dirigenti delle cooperative aderenti a Legacoop Toscana) gli amministratori che avranno partecipato al corso “Spazi di cultura gestionale” ottenendo il Patentino per amministratori di cooperativa e che saranno quindi iscritti all'Albo, di cui faranno parte anche i dirigenti in possesso di adeguati titoli di studio o coloro che abbiano maturato esperienze significative all'interno dei consigli di amministrazione delle cooperative.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa