:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Prato, 100 studenti a scuola di impresa etica

Impareranno ad avviare un'impresa di successo con alla base l'etica del lavoro. Sono i protagonisti della settima edizione del Programma Eye - Ethics and Young Entrepreneurs

31 gennaio 2018

-FIRENZE - Cento studenti delle superiori di Prato impareranno ad avviare un'impresa di successo con alla base l'etica del lavoro. Sono i protagonisti della settima edizione del Programma Eye - Ethics and Young Entrepreneurs che coinvolge ragazzi di età tra i 16 e i 18 anni degli istituti superiori “Paolo Dagomari”, “Francesco Datini”, “A. Gramsci - J.M. Keynes” e “Carlo Livi”. Grazie al supporto di professionisti, esperti e imprenditori, in parallelo al loro tradizionale corso di studi, gli studenti impareranno a impostare il lavoro con una vera responsabilità sociale, esaltando il valore della professione e della persona in azienda, cercando la sostenibilità ambientale

Il programma EYE diffonde nelle scuole superiori la cultura dell'impresa attraverso attività concrete di prima formazione alle conoscenze e alle competenze per avviare un'attività lavorativa in proprio al termine degli studi superiori o nel corso della vita lavorativa. Il progetto coinvolge gli studenti con un “business idea lab”, laboratorio per elaborare le loro intuizioni imprenditoriali, e in un contest che selezionerà le 7 migliori idee di impresa che saranno presentate a una platea di esperti. Le migliori 3 saranno premiate e potranno essere accompagnate in un percorso che le trasformerà in progetti concreti fino alla creazione di start-up. I migliori studenti avranno la possibilità di lavorare ai propri progetti con un imprenditore in 10 stage.

Il programma Eye è organizzato per il Comune di Prato dall'Associazione ARTES insieme al Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Toscana Nord, ai Giovani Imprenditori di CNA Toscana Centro e alla startup innovativa Awhy, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa