:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Paralimpiadi, seconda medaglia Bertagnolli–Casal: stavolta è argento

Alle Paralimpiadi di Pyeongchang 2018 ancora una medaglia per la coppia di sciatori trentini che dopo il bronzo nella discesa libera arrivano secondi nel supergigante visually impaired. Bertagnolli: “Siamo soddisfatti, è stata una bella rimonta: non è un oro mancato"

11 marzo 2018

PYEONGCHANG - Avevano promesso che avrebbero migliorato il bronzo di ieri e così è stato: nella seconda giornata di gare al Jeongseon Alpine Centre, Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal hanno conquistato la medaglia d'argento nel Super G di categoria visually impaired. I due sciatori trentini hanno fermato il crono sul 1:26.29, ad appena 18 centesimi dai vincitori della gara, gli slovacchi Krako e Brozman (1:26.11). Terza ancora una coppia slovacca, Haraus e Hudik (1:26.66).

"Non si tratta di un oro mancato ma solo di uno step prima della medaglia più pesante - dichiara Giacomo Bertagnolli - è una escalation, dopo il bronzo oggi è arrivato l'argento. Sicuramente dispiace arrivare secondi con cosi poco distacco ma siamo comunque soddisfatti. Sopra la neve aveva mollato un pò ma sotto siamo stati bravi a riprendere. Abbiamo fatto una rimonta pazzesca ma succede quando prendi coraggio e ti lasci andare. Purtroppo in queste gare se commetti anche solo un errore di linea rischi di perdere 30 o 40 centesimi ma devo dire che oggi non abbiamo fatto grandi errori". "Mi sentivo più tranquillo rispetto a ieri - confessa Fabrizio Casal - in gara non abbiamo senti l'emozione. Sono contento perchè questo argento ripaga dei tanti sforzi fatti".

"Fabrizio e Giacomo si confermao una coppia vincente - osserva il Presidente del Cip, Luca Pancalli - sono orgoglioso di questi straordinari giovani atleti".

Per quanto riguarda gli altri due Azzurri in gara, 28esimo tempo per Davide Bendotti nella categoria standing (1:35.75). Oro allo svizzero Gmur (1:24.83), argento al francese Bauchet(1:26.64), bronzo all'austriaco Salcher (1:27.89). Nella sitting, uno sfortunato René De Silvestro è uscito di pista. L'azzurro stava facendo registrare ottimi intermedi. La vittoria è andata al canadese Oatway (1:25.83), davanti allo statunitense Kurka (1:26.89) e al francese Francois (1:26.98).

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa