:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Toscana, 50mila giovani Neet inseriti nel mondo del lavoro

E' uno dei dati più rilevanti emersi nell'incontro "Futuro in garanzia" organizzato dalla Regione Toscana a Palazzo Strozzi Sacrati per riflettere sui risultati del progetto e sulle sue prospettive alla vigilia dell'avvio del nuovo triennio di programmazione

12 marzo 2018

FIRENZE - Oltre 50mila giovani toscani si sono inseriti nel mercato del lavoro negli ultimi quattro anni grazie al progetto Garanzia Giovani. E' uno dei dati più rilevanti emersi - nell'incontro "Futuro in garanzia" organizzato dalla Regione Toscana a Palazzo Strozzi Sacrati per riflettere sui risultati del progetto e sulle sue prospettive alla vigilia dell'avvio del nuovo triennio di programmazione. Garanzia Giovani è un programma lanciato a livello comunitario per sostenere i cosiddetti 'Neet', (dall'inglese "Not engaged in education, employment or training") cioè i giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni che non studiano e non lavorano e non sono inseriti in percorsi di formazione, attraverso il rafforzamento delle competenze o l'inserimento nel mercato del lavoro.

In questa prima fase l'Italia ha avuto a disposizione un budget di 1,5 miliardi di euro costituiti da risorse comunitarie e da una quota di cofinanziamento nazionale. Alla Toscana sono stati assegnati 65 milioni di euro; una quota che, al 31 dicembre 2017 risulta quasi integralmente impegnata con risultati significativi: nel quadriennio 2014-2017 si sono registrati al Programma 110.000 giovani e di questi sono stati presi in carico dai Centri per l'Impiego circa 70.000. Tra questi oltre 55.000 sono riusciti a trovare una prima porta di accesso al mondo del lavoro, in quasi metà dei casi (42,3%) con un tirocinio, o anche con contratti di apprendistato (32,6%), con contratti a tempo determinato (13,4%) o indeterminato (11,7%). 

Nel 2018 terminerà la prima fase del Programma in parallelo all'avvio del secondo periodo di programmazione (2018-2020): le risorse per l'Italia ammontano a 1,27 miliardi di euro, di cui 29,5 milioni arriveranno alla Toscana (la maggior parte delle risorse sono state infatti destinate alle regioni del sud). Entro marzo è prevista la predisposizione del piano esecutivo e ad aprile l'avvio dei nuovi bandi.

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa