:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

“La vita è bella. E se fai sport, lo è ancora di più”: al via i Giochi Special Olympics

La fiaccola è partita il 12 marzo, per attraversare tredici Comuni della Val di Susa. A Bardonecchia la cerimonia di apertura. 474 atleti in gara. Lanciato anche un concorso fotografico

17 marzo 2018

ROMA - “Ognuno di questi atleti ci trasmette un messaggio prezioso: la vita è bella e se fai sport lo è ancora di più!”: con queste parole l’assessore allo Sport della regione Piemonte, Giovanni Maria Ferraris è intervento alla conferenza stampa di presentazione dei Giochi Nazionali Invernali Special Olympics, in programma dal 18 al 24 marzo a Bardonecchia. Un evento sportivo che, giunto alla XXIX edizione, coinvolgerà 474 atleti, provenienti da numerose regioni italiane, che gareggeranno nelle seguenti discipline sportive: sci alpino, sci nordico, corsa con le racchette da neve e snowboard. 

In rappresentanza degli atleti è intervenuto Luca de Pieri che si cimenterà proprio nello snowboard: “Anni fa, negli anni in cui Eunice Kennedy fondò Special Olympics, probabilmente nessuno avrebbe mai lontanamente pensato che sarei stato capace di sciare in equilibrio su una sola tavola, nessuno avrebbe creduto in me. Oggi è diverso, i primi a crederci sono stati i miei genitori a cui sono infinitamente grato. Loro, fin dall’inizio, mi hanno lasciato libero di provare, di tentare, di mettermi in gioco, lo stesso i miei fratelli che sono sempre pronti a tifare per me. E’ indubbio che dietro ad ogni atleta come me ci sia una famiglia unita che crede fermamente nelle sue capacità – ha aggiunto - così come a crederci è il movimento Special Olympics che crea continue opportunità per noi atleti, di tentare e di vincere, prima di tutto sui nostri stessi limiti. Ed è un movimento che attraverso lo sport educa alla bellezza della diversità coinvolgendo, tramite lo sport unificato, anche atleti senza disabilità intellettiva. La speranza è quello di vivere in un futuro migliore, sempre più inclusivo”. 

Gli atleti con e senza disabilità intellettive avranno l’opportunità di gareggiare insieme, come è nello spirito dello sport unificato. “Un grande applauso a noi stessi – ha detto il sindaco di Bardonecchia, Francesco Avato – Ringrazio tutti i presenti per il gran lavoro svolto ma un vivo ringraziamento lo voglio rivolgere alla Comunità, vedo qui presenti le Istituzioni, le scuole del territorio. Vorrei ringraziare uno ad uno i comuni coinvolti. Ricordiamoci che questi sono i Giochi della gioia e dell’allegria ed è proprio questa la chiave per cambiare il nostro modo di guardare all’altro”. 

In occasione della 29° edizione dei Giochi Nazionali Invernali, Bardonecchia 2018, Special Olympics Italia rilancia il contest “#ConTutteLeMieForze”, sul tema: “Quando ci alleniamo e ci impegnamo per raggiungere un obiettivo, lo sport ci insegna a sognare. Quando lottiamo, ci insegna ad essere determinati. Quando vinciamo, troviamo la gioia. E se perdiamo, siamo in grado di trovare la forza per riprovarci”. Tutti possono partecipare al concorso, fino alla festa di chiusura dell'evento, inviando foto e video (max 30 secondi), per un massimo 3 contributi al giorno, a soi@specialolympics.it, o via Whatsapp al 333 9228300. Ogni contributo dovrà essere completato con una descrizione. Le foto e i video saranno via via pubblicati sulla pagina Facebook di Special Olympics Italia.Vince la foto o il video con più gradimento.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa