Rei, oltre 110 mila famiglie beneficiarie. Una su 5 ha un disabile

Presentati dall'Inps questa mattina i primi dati del Reddito di inclusione, aggiornati al 23 marzo 2018. Più di 7 beneficiari su 10 vivono nel Sud Italia. Campania e Sicilia le regioni col maggior numero di famiglie coinvolte. La metà dei nuclei, inoltre, ha figli minori

28 marzo 2018

ROMA - Sono 110.138 i nuclei beneficiari del Rei, il reddito di inclusione contro la povertà varato lo scorso anno e avviato nel 2018. Oltre 316 mila le persone -coinvolte al 23 marzo 2018 per un importo medio dell'erogazione mensile di 296,75 euro. A renderlo noto è l'Inps durante la conferenza stampa congiunta del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e di Inps presso la sede di Palazzo Wedekind, a due passi da Palazzo Chigi.

I dati presentati oggi riguardano le domande pervenute all’Inps dal 1° dicembre 2017, data dalla quale i cittadini hanno potuto cominciare a richiederlo. Sono le regioni del Sud Italia a presentare il maggior numero di beneficiari, con il 72 per cento dei nuclei familiari e il 76 per cento delle persone coinvolte.
La regione col maggior numero di famiglie coinvolte è la Campania, con circa 30 mila nuclei beneficiari è più di 100 mila persone raggiunte. La Campania, inoltre, fa segnare anche il primato per quanto riguarda l'importo medio dell'erogazione mensile, ovvero pari a 327,65 euro. Al secondo posto c'è la Sicilia con oltre 24 mila nuclei raggiunti per più di 75 mila persone in povertà assoluta è un importo medio di 313,28 euro.

Campania e Sicilia staccano di molto le altre regioni. Al terzo posto, infatti, c'è la Calabria con poco più di 9 mila nuclei familiari e oltre 26 mila beneficiari. Tra i dati, spiega l'Inps, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Puglia, "fanno registrare un numero di nuclei percettori, allo stato attuale, relativamente contenuto in virtù del fatto che hanno misure regionali integrative del Rei e che l'integrazione applicativa delle misure regionali e nazionali è in corso di completamento".

Sul totale, inoltre, i nuclei beneficiari con presenza di minori rappresentano circa la metà delle famiglie raggiunte, sono poco più di 57 mila (tra cui le più numerose sono quelle con 3 o 4 componenti). Le famiglie con presenza di disabili, invece sono più di 21 mila, circa una famiglia su cinque. (ga)

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Rei