:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Livorno: esplode serbatoio, muoiono due operai

Grave incidente mortale sul lavoro al porto di Livorno. I due uomini deceduti stavano pulendo una grande cisterna. L’area è stata evacuata. Ci sono altri feriti. Il presidente Rossi arriva in città

28 marzo 2018

FIRENZE – Grave incidente sul lavoro a Livorno, dove due operai sono morti in seguito all’esplosione in un grande serbatoio intorno alle 14. Secondo una prima ricostruzione, i due uomini deceduti stavano effettuando lavori di manutenzione. 

La cisterna bianca è esplosa e si è ripiegata su se stessa, l’immagine è ben visibile da distanza. Tutta l’area circostante è stata evacuata per precauzione. Ci sarebbero anche altri feriti. Il serbatoio esploso si trova all'interno del deposito costiero della società Neri: è il numero 62 e conteneva acetato di etile, una sostanza molto infiammabile.

Il governatore toscano Enrico Rossi si sta recando a Livorno: "E' un giorno orribile per il lavoro in Toscana" in riferimento anche ad altri incidenti che proprio oggi si sono registrati in Toscana. "Un bollettino di guerra - ha aggiunto il presidente - Un incendio a Massa in un'azienda dell'area industriale ha provocato un ferito grave, ricoverato con ustioni di terzo grado. Un'esplosione nel porto di Livorno ha provocato la morte di due operai e altri feriti gravi. A Massa Marittima il ribaltamento di un trattore ha causato la morte di un uomo. A Terranuova Bracciolini in una discarica un operaio è stato colpito gravemente al volto".

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa