:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Milano Marathon, corre anche Jacopo con la carrozzina elettrica

Jacopo Verardo, 15enne di Pordenone con distrofia di Duchenne, prenderà parte, il prossimo 8 aprile, alla Maratona di Milano. Al suo fianco l'amico Fiorenzo e l'associazione Parent Project, per "superare ogni barriera"

30 marzo 2018

- ROMA - Domenica 8 ci sarà anche Jacopo Verardo, con la sua carrozzina elettrica, alla Milano Marathon, appuntamento di spicco nel mondo del running. Il 15 enne di Cordenons, in provincia di Pordenone, ha la distrofia di Duchenne ed è socio di Parent Project onlus, l'organizzazione che riunisce pazienti e genitori con figli colpiti da questa grave malattia rara e degenerativa che non ha ancora una cura.

“Jacopo è un ragazzo brillante e pieno di energia che non si ferma davanti a nulla, nonostante i limiti fisici determinati dalla patologia con la quale convive - riferisce l'associazione - Così, quasi per gioco, la scorsa estate ha sfidato un amico di famiglia e grande sostenitore di Parent Project, Fiorenzo Puiatti, invitandolo a partecipare alla maratona insieme a lui. L’amico ha raccolto la sfida e domenica 8 aprile, ai nastri di partenza, i due atleti partiranno insieme: Jacopo sulla sua carrozzina elettrica e Fiorenzo al suo fianco. Sarà un'emozione unica vedere i due amici raggiungere il traguardo, portando in alto i colori di Parent Project onlus, a simboleggiare la forza di tanti giovani che, come Jacopo, non smettono di inseguire (e realizzare) idee, progetti e sogni, nonostante gli ostacoli che incontrano nella vita di ogni giorno”. 

La distrofia muscolare di Duchenne (DMD) è una patologia genetica rara che colpisce 1 su 5000 neonati maschi. È la forma più grave delle distrofie muscolari, si manifesta in età pediatrica e causa una progressiva degenerazione dei muscoli. La distrofia muscolare di Becker (BMD) è una variante più lieve, il cui decorso varia però da paziente a paziente.

Parent Project onlus è l’associazione che riunisce pazienti e genitori di bambini affetti dalla distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Dal 1996 lavora per migliorare il trattamento, la qualità della vita e le prospettive a lungo termine di nostri bambini e ragazzi attraverso la ricerca, l’educazione, la formazione e la sensibilizzazione. Gli obiettivi di fondo che hanno fatto crescere l’associazione fino ad oggi sono quelli di affiancare e sostenere le famiglie dei bambini che convivono con queste patologie, promuovere e finanziare la ricerca scientifica al riguardo e sviluppare un network collaborativo in grado di condividere e diffondere informazioni chiave.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa