:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Pontedera, nuova sala chirurgica da 3mila interventi l’anno

La struttura arricchisce i servizi del Poliambulatorio San Giuseppe di Pontedera, gestito per l’Arciconfraternita della Misericordia. L’assessore alla salute Saccardi: “Ottimo esempio di collaborazione e integrazione tra strutture del volontariato e sanità pubblica”

06 aprile 2018

- PONTEDERA - Una nuova sala chirurgica, che a regime permetterà circa tremila interventi l’anno fra chirurgia ambulatoriale semplice e complessa e 600 endoscopie. La struttura arricchisce i servizi del Poliambulatorio San Giuseppe di Pontedera, gestito per l’Arciconfraternita della Misericordia di Pontedera e dalla cooperativa sociale Stefano Corte aderente al Consorzio Co&So. Una realtà, quella del San Giuseppe, che è cresciuta nel tempo diventando nel 2011 poliambulatorio con autorizzazione sanitaria, e quindi punto di riferimento per tutta la Valdera, con circa 80 professionisti a disposizione e con tariffe per gli utenti più accessibili rispetto ai prezzi di mercato. Ogni anno sono circa 10mila le afferenze del poliambulatorio per visite specialistiche ed odontoiatriche e la tendenza segna un aumento, anche in vista della imminente messa a regime della nuova sala chirurgica. La sala è stata inaugurata questa mattina alla presenza delle autorità e delle realtà locali coinvolte e di suor Maria, in rappresentanza delle Suore Figlie della Carità di San Vincenzo, proprietarie dell'Istituto.

“In collaborazione con i soci Gaia e Stefano Corte, la Misericordia di Pontedera consolida in maniera importante le opportunità di cura che è in grado di fornire alla cittadinanza e rende il Poliambulatorio San Giuseppe un punto di riferimento a Pontedera per la salute delle persone - dichiara il Governatore della Misericordia Prof. Renato Lemmi -   Un risultato affatto scontato quando alla fine del 2006 la Misericordia avviò un percorso di subentro e di ristrutturazione dell'Istituto San Giuseppe per impedire che il servizio e la struttura venissero meno a causa dell'impossibilità per le Suore "Figlie della Carità di San Vincenzo" di continuare l'attività assistenziale. Questo progetto è un’ulteriore conferma dell’attenzione che la Misericordia porge alle esigenze del territorio e dell’impegno fattivo a cercarne la soluzione.”

"Il Poliambulatorio San Giuseppe di Pontedera è un ottimo esempio di collaborazione e integrazione tra strutture del volontariato, come la Misericordia, e sanità pubblica - dice l'assessore al diritto alla salute, welfare e integrazione sociosanitaria della Regione Toscana Stefania Saccardi - Ormai da anni il Poliambulatorio offre alla cittadinanza di Pontedera servizi sanitari di qualità. Questa nuova sala chirurgica accresce le potenzialità e arricchisce la gamma dei servizi offerti, contribuendo a ridurre le liste di attesa. Un grazie quindi a quanti hanno reso possibile questa nuova realizzazione e un augurio di buon lavoro a tutto il personale impegnato qui".

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa