:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Firenze, i produttori di latte cubani incontrano lo chef Fabio Picchi

La ong toscana Cospe, che sostiene le cooperative cubane che producono latte, ospita a Firenze una delegazione di produttori, tecnici, docenti e funzionari del settore pubblico. Giovedì mattina l’incontro col rinomato chef fiorentino

18 aprile 2018

FIRENZE -A Cuba, la filiera corta ed ecologica, è stata un’esigenza: dopo la caduta del blocco sovietico negli anni ’90 e il crollo delle grandi produzioni industriali destinate all’export, il modello agricolo cubano ha dovuto trovare un’alternativa valida e immediata che garantisse alle persone la sopravvivenza.  In Italia spesso si tratta di una moda o di un lusso, a volte invece di una vera e propria filosofia di vita. Come nel caso di Fabio Picchi: i suoi ristoranti e la sua bottega-mercato bio nel centro di Firenze, sono lì a rappresentare il suo lungo impegno nell’ambito della promozione delle produzioni bio, sane, ecologiche, di basso impatto ambientale e buone. 

Per questo Cospe onlus, che sostiene le cooperative cubane che producono latte, ospita a Firenze una delegazione di produttori, tecnici, docenti e funzionari del settore pubblico cubani in una visita alle eccellenze toscane e ha pensato di fare incontrare loro lo chef Fabio Picchi. Un incontro, un confronto e uno scambio in cui si parlerà di due mondi lontani ma che combattono lotte simili. La conversione verso l’agro-ecologia è infatti una battaglia che riguarda tutto il pianeta. Un modello agricolo che riduca il consumo d’acqua, l’inquinamento e fronteggi i cambiamenti climatici è qualcosa che ci riguarda tutti. L’incontro è in programma giovedì 19 aprile alle 10 pressi C.Bio in via della Mattonaia 3° a Firenze.

 

© Copyright Redattore Sociale

Ti potrebbe interessare anche…

Stampa Stampa