:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

"Sfebbramamma", volontari in aiuto dei genitori: accoglienza per i baby indisposti

L'iniziativa, nel quartiere Corvetto di Milano, è dell'associazione "One x all". I volontari rispondono al telefono dalle 5.30 del mattino e accolgono i bambini dalle 6.30. A prezzi popolari: 10 euro per mezza giornata. "I genitori single sono sempre di più e servizi come questi sono molto utili per risolvere situazioni di emergenza"

23 aprile 2018

MILANO - "Ho cresciuto da sola due figlie e ricordo bene il panico del mattino quando scopri che il figlio piccolo ha la febbre. Ti chiedi subito: e ora a chi lo lascio?". Carmen Lorenzo è la presidente dell'associazione "One x all" e da pochi mesi ha avviato un servizio particolare, lo "sfebbramamma": i genitori presi dal panico possono chiamare l'associazione e portare lì il pargolo con la febbre. "Rispondiamo al telefono a partire dalle 5.30 del mattino e accogliamo i bambini dalle 6.30", spiega. Ovviamente -l'iniziativa ha riscosso subito successo.

"Ogni giorno ci arrivano dagli otto ai 20 bambini". La sede di "One x all" è in via Bessarione 19, al quartiere Corvetto, ma i bimbi arrivano un po' da tutta Milano. "Ce li portano anche medici o infermieri che non possono cambiare il turno all'ultimo momento o alcuni avvocati -sottolinea-. Il bisogno di trovare con urgenza qualcuno che badi al bambino è trasversale". I prezzi sono comunque popolari: 10 euro per mezza giornata e 20 per la giornata intera. "Ciò è possibile grazie ai nostri volontari che si danno il turno -aggiunge-. È anche chiaro che non accettiamo bambini con malattie infettive. Il nostro servizio è per quei casi in cui il bambino ha qualche linea di febbre perché ha il raffreddore o ha preso freddo o ha qualche mal di pancia passeggero".

"One x all" offre anche altri servizi per i genitori. Come il cinema del venerdì sera. "Possono lasciarci qui i loro figli -racconta-. Abbiamo creato una stanza per il cinema con delle sedie che sembrano delle macchinine. Pop corn e succo di frutta sono garantiti. Tutto nasce dalla consapevolezza che sono sempre di più le mamme o i papà single, magari senza nonni o zii vicini. E due servizi come questi diventano molto utili, sia per risolvere situazioni di emergenza sia per riuscire magari a ritagliarsi una serata libera, a prezzi modici". (dp)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa