:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Al Caregiver Day, app e siti web per chi assiste un familiare non autosufficiente

Dal 4 al 28 maggio c’è "Prendersi cura: insieme", l’ottava edizione della manifestazione promossa dalla cooperativa "Anziani e non solo". Tra i temi affrontati: la narrazione come cura, il ruolo dei giovani caregiver, la formazione di medici e operatori. Il testimonial è l’ex ginnasta Yuri Chechi

29 aprile 2018

CARPI (Modena) - La narrazione come terapia, le app dedicate a chi si prende cura di una persona non autosufficiente, il ruolo dei giovani caregiver, la formazione di medici e operatori. Sono alcuni dei temi che saranno affrontati a “Prendersi cura: insieme!”, l’ottava edizione di “Caregiver day – Mi prendo cura di te”, l’iniziativa promossa dalla cooperativa Anziani e non solo di Carpi (Modena) con il contributo dell’Unione Comuni Terre d’argine e il patrocinio di Ausl Modena, Regione Emilia-Romagna e Carer-Associazione caregiver Emilia-Romagna. La manifestazione si terrà dal 4 al 28 maggio tra Carpi e Bologna. Testimonial 2018 sarà l’ex ginnasta Yuri Chechi che racconterà la sua esperienza il 26 maggio in occasione della Giornata del caregiver istituita con la legge regionale 2/2014, la prima in Italia. 

“Costruire un’alleanza di cura per prevenire e sostenere la fragilità, la cronicità, la disabilità”. È il tema su cui si snoderà il programma di “Caregiver day”. Si parte il 4 maggio con “La cura a portata di smartphone”, la presentazione di una selezione di app e siti web realizzata nell’ambito del progetto europeo “Apps4Carer” per rispondere alle esigenze dei familiari che si prendono cura di persone non autosufficienti (Casa del volontariato, Carpi). Si prosegue il 10 maggio con “Strumenti e interventi per il sostegno e il monitoraggio delle persone anziane fragili” in cui si passeranno in rassegna alcune buone pratiche verso gli anziani fragili e chi li assiste messe in atto a livello locale, dal Comune di Milano e dalla rete francese Monalisa (Auditorium Loria, Carpi). 

Il ruolo dei giovani caregiver sarà affrontato il 19 maggio con un incontro spettacolo a cui partecipera Carlo Miccio, autore del libro “La trappola del fuorigioco” (Mattatoio Culture Club, Carpi). Il 23 maggio si parlerà di “Fragilità e cronicità: quali sinergie tra servizi sociali e cure primarie per sostenere il caregiver familiare” in un incontro rivolto a medici di medicina generale e operatori dei servizi sociali e sanitari (Sala Giardino di Levante, Residenza municipale, Carpi). Il 26 maggio è in programma “Problematiche del caregiver familiare nella gestione della cronicità” (Auditorium Loria, Carpi) con la partecipazione di Juri Chechi. Il programma si chiuderà il 28 maggio nell’aula magna della Regione Emilia-Romagna con “La cura al centro: secondo atto”, incontro di approfondimento sul valore di un’etica della cura e di politiche regionali e nazionali per coniugare servizi istituzionali e risorse di cura familiari e di comunità. (lp)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa