:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Disabilità. Tutti al volante, per una mobilità davvero democratica

È uscito il numero di maggio di Superabile Inail, il mensile sui temi della disabilità pubblicata dall’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro. L’inchiesta è dedicata alle patenti speciali, qualcosa di più di una tessera rosa: è il simbolo dell’autonomia per antonomasia

17 maggio 2018

- ROMA - Un’inchiesta sulle patenti speciali, un’intervista a Elena Improta, mamma di un ragazzo disabile e autrice del libro "Ordinaria diversità. Diario di una figlia, moglie e madre" (edito da Ponte Sisto), un racconto fotografico sul ritorno al lavoro di un tempo nella Casa di rieducazione professionale per mutilati e invalidi di guerra di Bologna. E poi ancora la nuova mediateca della Ledha a Milano, lo sport, il tempo libero e tanta cultura. È uscito il numero di maggio di Superabile Inail, la rivista sui temi della disabilità pubblicata dall’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro consultabile anche online a questo indirizzo.

La patente di guida è qualcosa di più di una tessera rosa: è il simbolo dell’autonomia per antonomasia. E questo vale ancora di più per le persone disabili. Ecco allora la storia delle patenti speciali nel racconto di chi si è battuto per ottenere la modifica del Codice della strada, a partire dall’Anglat (Associazione nazionale guida legislazioni andicappati trasporti) e dalla Fisaps (Federazione italiana sportiva automobilismo patenti speciali) dell’ex pilota Clay Regazzoni. Ma guidare un’auto, per chi ha una disabilità, significa anche veicoli adattati, comandi ad hoc, protesi (a tutto questo ci pensa il Centro servizi mobilità di Inail) e perché no, fare pure rally.

Superabile maggio 2018 - copertina

Ma sul numero di maggio si parla anche di Ultrablu, un atelier di Roma che è anche casa editrice, nato dalla passione e dalla dedizione di un insegnante e di una mamma di un ragazzo autistico, dove venti ragazzi dai 13 a i 26 anni, alcuni con disturbi pervasivi dello sviluppo, lavorano insieme per diventare artisti, e di Ritmomisto, una scuola di danza per bambine in carrozzina, ipovedenti o con altre disabilità che ha aperto i battenti da neanche un anno a Lavis, in provincia di Trento. Giovanni Bottazzi, invece, senza un braccio e cieco da un occhio, non ha mai smesso di dedicarsi alla pesca sportiva: oggi è campione del mondo nella categoria disabili.“Aprire le sbarre della tua gabbia è la mia unica ragione di vita”: parola di Elena Improta, la mamma di Mario, un giovane gravemente disabile dalla nascita. Ma prima ancora Elena è una donna: un’identità, questa, che ha dovuto difendere anche dall’abbandono da parte del marito. Ma per commiserarsi non c’è tempo, perché il cosiddetto “dopo di noi” si avvicina. Tutto questo l’ha raccontato in un libro, Ordinaria diversità, che porta la prefazione di Walter Veltroni. “Uno strumento terapeutico”, una riflessione su se stessa di una caregiver che riesce anche a timbrare il cartellino e che ha fondato l’associazione Oltre lo sguardo per quei genitori che si trovano in una situazione come la sua. “Nei momenti di maggiore disperazione, il suono del citofono riusciva a salvarmi: per questo famiglia, amici e comunità sono fondamentali” per chi ha un figlio disabile.

Spazio infine alla cultura: si parte dal ritratto del padre del movimento paralimpico italiano realizzato nel volume "Senza barriere – Antonio Maglio e il sogno delle Paralimpiadi", scritto da Luca Saitta e pubblicato dall’Inail, si passa per il documentario Il sogno di Omero, del regista Emiliano Aiello, sul mondo onirico dei ciechi, per arrivare poi al teatro con il Festival internazionale delle abilità differenti in programma fino al 31 maggio in Emilia-Romagna e con il concorso “Lì sei vero”, che si tiene dal 10 al 13 maggio a Monza. Ma non mancano nemmeno le persone disabili in tv, protagoniste di trasmissioni e fiction. (mt)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa