:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Mille atleti paralimpici ai campionati italiani dei disabili intellettivi

L’evento, in programma dal 25 al 27 maggio a Firenze, prevede gare di atletica leggera e di calcio ed è organizzato in collaborazione con la Regione Toscana

21 maggio 2018

- FIRENZE – Ci saranno oltre mille atleti ai Campionati Italiani di Atletica e Calcio riservati ad paralimpici intellettivo relazionali e in programma a Firenze dal 25 al 27 maggio. L'evento, assegnato a Firenze dalla Fisdir (Federazione italiana sport paralimpici degli intellettivo relazionali), è organizzato in collaborazione con il Cip (Comitato italiano paralimpico) della Toscana, la Regione Toscana ed il Comune di Firenze.

Firenze si appresta ad accogliere tanti di quei ragazzi e ragazzi che due anni fa con la maglia azzurra furono protagonisti ai Trisome Games. L'attesa è per circa 1200 tra atleti e tecnici, che competeranno sia nella sezione promozionale che in quella agonistica dell'atletica e nella OSO Cup di calcio con i giocatori neo-campioni del mondo. Le competizioni di atletica leggera si svolgeranno all'Asics Firenze Marathon Stadium ‘Luigi Ridolfi', mentre le partite di calcio saranno ospitate presso la palestra ‘Barbasetti' a pochi passi dallo stadio di atletica. Nell'area della Firenze Marathon sarà allestito una sorta di villaggio dello sport.

"Questi campionati - ha detto l’assessore regionale allo sport Stefania Saccardi - sono una sorte di prosecuzione dell'esperienza dei Trisome Games e siamo soddisfatti che la Toscana si stia contraddistinguendo per l'organizzazione di eventi sportivi che vedono protagonisti ragazzi e ragazze disabili. Lo sport come elemento di educazione, integrazione, crescita e di promozione della salute e del saper stare insieme. Lavoriamo da tempo con il Cip sul doppio versante accessibilità degli impianti e accessibilità alle attività sportive, una collaborazione proficua che vogliamo portare avanti".

Soddisfatto anche Massimo Porciani che ha spiegato come "Firenze, dopo i Trisome Games, ha dimostrato di essere pronta a ospitare eventi come questo. Adesso, con questo nuovo evento, ne abbiamo la riprova: qualcosa è scattato e la città, come due anni fa, saprà starci a fianco". "Il numero di partecipanti – ha aggiunto Alessio Focardi – è praticamente raddoppiato in pochi giorni. Lo sforzo organizzativo è enorme ma possiamo contare sull'aiuto di tanti soggetti, tra i quali anche l'Esercito, che ci permetteranno di farlo svolgere al meglio".

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa