:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Riconoscere le competenze dei volontari: nuovo servizio del Cesvot

Attivo un nuovo servizio per valutare, riconoscere e attestare le capacità di chi svolge attività di volontariato secondo quanto previsto dalle linee guida europee. Ogni anno saranno 70 i volontari toscani che potranno ricevere l’attestazione e inserirla nel proprio curriculum

04 giugno 2018

FIRENZE – Riconoscere le competenze relazionali, comunicative e operative di chi svolge attività di volontariato in Toscana. E’ questa la finalità del nuovo servizio Cesvot per il Riconoscimento delle competenze dei volontari (Ricov); si punta ad individuare ogni anno le competenze di 70 volontari che operano in Toscana attraverso un percorso chiaro e definito. Una volta ricevuta l’attestazione, i volontari potranno inserire le competenze nel proprio curriculum valorizzando, anche ai fini professionali, le capacità sviluppate grazie all’azione volontaria. 

Dalla capacità di gestire una relazione di aiuto al saper lavorare in gruppo, dal saper progettare un servizio o redigere un bilancio al conoscere le tecniche di pronto intervento: tante e diverse sono, secondo le linee guida europee per il riconoscimento delle competenze non formali, le competenze che i volontari acquisiscono svolgendo la propria attività all’interno di un’associazione, competenze che possono essere valutate e riconosciute ai fini curriculari.
 
Il servizio Ricov rappresenta un’importante opportunità sia per volontari che per le associazioni perché valorizza l’azione volontaria e le risorse umane delle organizzazioni. Il percorso messo a punto da Cesvot prevede tre step: la valutazione puntuale delle attività svolte dal volontario all’interno di un’associazione, a prescindere dalla dimensione o dal settore di intervento, il riconoscimento delle competenze acquisite, secondo quanto previsto dalle linee guida europee, e quindi il rilascio di un’attestazione che il volontario potrà allegare al proprio curriculum europeo. 
 
Per accedere al servizio i volontari devono essere candidati dalle associazioni attraverso la compilazione di un modulo online e quindi sottoporsi ad un colloquio con un esperto e un referente Cesvot. Al termine del percorso di valutazione il volontario riceverà l’attestazione delle competenze conseguite.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa