:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Montecatini, inaugurati gli Special Olympics con 3 mila atleti disabili

Ippodromo Snai Sesana ha accolto per la prima volta la Cerimonia di Apertura dei Giochi Nazionali Estivi Special Olympics, giunti alla XXXIV edizione

06 giugno 2018

FIRENZE - L' Ippodromo Snai Sesana, martedì sera, ha accolto per la prima volta la Cerimonia di Apertura dei Giochi Nazionali Estivi Special Olympics, giunti alla XXXIV edizione. Nell'anno del 50esimo anniversario del programma sportivo internazionale dedicato alle persone con disabilità intellettive nel mondo, questo momento ha assunto una magia ed una valenza ancora più significativa.

Musica, con la voce di Syria e di Lorenzo Baglioni, e spettacolo con giochi di luci, mongolfiere e colori hanno arricchito i momenti protocollari. Dalla gioiosa sfilata delle 177 delegazioni provenienti da ogni regione d'Italia al saluto sentito delle Autorità presenti sul territorio, dall'ingresso delle bandiere: europea, italiana e di Special Olympics, fino ad arrivare al momento più atteso, quello dell'ingresso della torcia olimpica, scortata dalle forze dell'ordine e da Enrico Cerruti, atleta che ai prossimi Giochi Mondiali Special Olympics ad Abu Dhabi nel 2019 gareggerà nella Maratona. A lui il compito di accendere il tripode, simbolo per eccellenza dell'inizio dell'evento di Special Olympics Italia più grande di sempre; per il numero di atleti coinvolti, 3000, e per le 18 discipline sportive proposte. 

Con il fuoco olimpico acceso il Giuramento recitato dall'Atleta Special Olympics, Eugenio Natale: "Che io possa vincere ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze" ha dato così il via alle gare ufficiali. Oggi è il primo giorno di gare, tradizionali e unificate, di atletica leggera, badminton, bocce, bowling, calcio a 5, canottaggio, dragon boat, equitazione, ginnastica artistica e ritmica, indoor rowing, golf, nuoto, pallacanestro, pallavolo unificata, rugby, tennis e tennis tavolo. 3000 atleti si sfidano tra pari o simil livello di abilità. In linea con la Mission di Special OIympics tutti avranno l'opportunità di dimostrare al meglio le proprie capacità, tutti potranno vincere. 
Un'iniziativa promossa da Special Olympics Italia che intende mettere sempre in evidenza le capacità delle persone con disabilità intellettive, piuttosto che i loro limiti, e questo anche oltre il momento sportivo.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa