Nasce "Eskills4Change", formazione digitale per 10 mila giovani

Il progetto di Microsoft e Fondazione Mondo Digitale vedrà studenti di 30 scuole di 10 regioni italiane sfidarsi nella creazione di soluzioni tecnologiche innovative e accessibili a tutti, per semplificare la vita delle persone e rispondere alle emergenze sociali del contesto in cui vivono

13 giugno 2018

ROMA - Riuscire a sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie per trasformarle in uno strumento accessibile a tutti, capace di valorizzare le diversità, favorire la partecipazione attiva nella società e aiutare i più giovani ad acquisire competenze digitali fondamentali per l’accesso al mercato del lavoro. E’ questa la sfida lanciata da “Eskills4Change”, il progetto di Microsoft e Fondazione Mondo Digitale che coinvolge 10 mila giovani in tutta Italia tra i 15 e i 24 anni con eventi aggregativi fuori e dentro la scuola, aiutandoli a sperimentare e acquisire velocemente, in modo esperienziale, l'attitudine mentale al cambiamento e le competenze fondamentali per risolvere i problemi in modo creativo e innovativo.

E’ stato realizzato anche un video di lancio del progetto, che vede protagoniste 30 scuole di 10 regioni italiane, da Nord a Sud, e si articola attraverso una sessione di formazione nella quale gli studenti intraprendono un percorso di autoimprenditorialità per ideare, progettare e sviluppare prototipi o servizi smart ad alta accessibilità. Da app e siti web per aumentare le potenzialità di un’azienda per esempio, ad esperienze artistiche fruibili con la realtà immersiva fino a veri e propri atelier all’interno delle scuole per realizzare abiti e gioielli con strumenti di fabbricazione digitale e ausili su misura per persone con bisogni speciali. “Con questo progetto - afferma Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale - ci vogliamo rivolgere in particolare alle donne e ai giovani che vivono nelle regioni del Sud Italia. Siamo infatti convinti che le nuove tecnologie possano rappresentare un acceleratore per lo sviluppo sociale del nostro Paese, uno strumento potente per ridurre differenze di genere, rispondere a bisogni sociali e intervenire in territori difficili dove ancora rimane molto alto il digital divide e il tasso di disoccupazione giovanile”.

“Secondo una ricerca Microsoft, il 65% degli studenti di oggi svolgerà in futuro professioni che ancora non esistono - spiega Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia. Per sostenere il cambiamento è quindi fondamentale aiutare i giovani ad acquisire quelle competenze che sono e che saranno sempre più richieste dal mercato. Eskills4change nasce proprio con l’obiettivo di promuovere tra i giovani italiani le opportunità che il digitale e le nuove tecnologie possono offrire e i benefici concreti che possono generare nella vita di tutti noi, in termini di inclusione sociale e nuovi servizi per i cittadini”. 

© Copyright Redattore Sociale