:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Piemonte, Forum e Csv insieme promuovere la cittadinanza attiva

Firmato un protocollo per ridisegnare il mondo del volontariato e del terzo settore regionale in linea con i cambiamenti sociali, politici e culturali e con la riforma. L’intento è di anticipare i futuri bisogni comuni e rappresentare con più forza un settore in costante evoluzione

13 giugno 2018

In Piemonte l’alleanza tra volontariato e il terzo settore si rafforza grazie a un protocollo di intesa tra il Forum regionale e il Csv di Torino. L’accordo tra Forum del terzo settore e Vol.To è uno strumento in più per rappresentare degli interessi comuni rispetto alle istituzioni locali, le forze politiche e delle altre organizzazioni, economiche e sociali.

Il protocollo in vigore per tre anni e sottoposto a periodica verifica, è stato firmato lo scorso martedì 12 giugno, da Anna Di Mascio, portavoce del Forum del terzo settore in Piemonte, e Silvio Magliano, presidente di Vol.To. La firma vuole essere un’occasione di crescita sociale, favorire le differenti forme di cittadinanza attiva e perseguire l’interesse generale della comunità sulla base del principio di sussidiarietà, alla luce dei cambiamenti sociali, politici, economici e culturali in atto con la riforma del terzo settore. Non a caso, una delle richieste è quella che i Csv allarghino la platea di beneficiari dei servizi a tutti gli Enti di terzo settore. La relazione tra Ets e Centri di servizio per il volontariato, infatti, è ben presente nella riforma, dai decreti legislativi sul servizio civile universale (D.Lgs 40/17) al 5x1000 (D.Lgs 111/17), dall’impresa sociale (D.Lgs 112) al codice del terzo settore (D.Lgs 117/17) e i successivi atti normativi.

Insieme, quindi, per anticipare i futuri bisogni comuni, rappresentare un settore in costante evoluzione e promuovere esperienze di volontariato e di cittadinanza attiva per rispondere alle esigenze delle comunità. Partecipare meglio e di più, quindi, per influire con più forza alla programmazione delle politiche in termini di cambiamenti culturali, normativi e organizzativi.

Forum e Csv condivideranno competenze e specificità per consolidare e innovare il volontariato e il terzo settore piemontese. Le informazioni relative all’accordo e le iniziative in corso saranno veicolate attraverso i reciproci canali di informazione. (Lara Esposito)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa