:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Dall’accoglienza all’integrazione, la ricetta delle 5 regioni del Sud

Il 19 e 20 giugno a Roma la conferenza finale del progetto “Com.In.3.0 – Competenze per l’integrazione” a cui hanno lavorato le regioni Campania, Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia e il Consorzio Nova. Sei sezioni di lavoro, cinque workshop paralleli per parlare di marginalità sociale, migranti, scuola, lavoro e capacity building

18 giugno 2018

ROMA - Sei sezioni di lavoro, cinque workshop paralleli, per parlare di marginalità sociale, migranti, scuola, lavoro e capacity building. Si svolgerà il 19 e il 20 giugno a Palazzo Falletti (via Panisperna, 207), a Roma la conferenza finale del progetto “Com.In.3.0 – Competenze per l’integrazione” a cui hanno lavorato, dal 2017, la Regione Campania (capofila di progetto), con le regioni Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia e il Consorzio Nova .“Dall’accoglienza all’integrazione: il ruolo delle regioni’, è il tema della conferenza finale del progetto realizzato grazie al co-finanziamento dell’Unione Europea e del Ministero dell’interno, nell’ambito del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione.

Il programma. Nel corso della due giorni verranno presentati i risultati finali e le prospettive frutto di un lungo percorso di formazione, a cui hanno partecipato 732 operatori pubblici e privati di oltre 300 istituzioni provenienti da 18 territori provinciali. L’iniziativa si articolerà in sei le sezioni di lavoro. Si comincia il 19 giugno, alle 14.30, con gli interventi dei rappresentanti delle Regioni partner. La seconda sezione è dedicata alle situazioni di grave marginalità sociale e prevede l’intervento dei Commissari Straordinari di Governo, nominati per le aree del Mezzogiorno in cui la concentrazione di lavoratori stranieri, in strutture di accoglienza informale, crea maggiore allarme sociale. La prima giornata di lavoro si chiude con un approfondimento su lavoro, giovani, emigrazione e immigrazione. Il 20 giugno, invece, si svolgeranno cinque workshop paralleli su lavoro, scuola, accoglienza, capacity building e complementarietà dei fondi. Le attività di discussione e confronto permetteranno di scambiare esperienze, modelli d’intervento e buone prassi. L’ultima sezione sarà dedicata alle strategie integrate di governance e alla centralità del sistema di partnership, sviluppato e rodato tramite Com.In 3.0, per le azioni strategiche future.

Il progetto diviso in 3 macroazioni. L’obiettivo di Com. In 3.0, progetto cofinanziato da Unione Europea e ministero dell’Interno, nell’ambito del Fondo Asilo, è potenziare la capacità di gestione della rete di servizi sul territorio rivolti ai cittadini stranieri regolari, nelle cinque regioni del Sud (Campania, Sicilia, Basilicata, Puglia e Calabria). In questo senso la mission è anche quella di fare rete, sviluppando forme di collaborazione interregionali per migliorare il sistema, condividere i nodi critici e le best practice. Nelle fasi iniziali del progetto, partito a gennaio 2017, si sono tenuti 18 “incontri di semina” nei territori designati per costituire i Gruppi di Lavoro Locali (Gdll). Fra i partecipanti, le prefetture, i consigli territoriali immigrazione, le Asl, i comuni, le province-servizi per il lavoro Usp, il terzo settore ma anche le associazioni di cittadini stranieri. Sono seguite poi le iniziative di formazione per i gruppi di lavoro locali. A supportare gli interventi formativi e il lavoro quotidiano degli operatori locali, è stata portata avanti l’attività di ricerca  con la costituzione di Osservatori regionali per il monitoraggio del fenomeno, la mappatura dei servizi e delle loro caratteristiche e la diffusione di buone prassi. Un’attivita` essenziale anche in vista di eventuali fasi di programmazione di servizi. Infine, la comunicazione strategica (ultima Macroazione) orientata a favorire la comunicazione fra i partner e fra le reti, ma anche a informare su attivita` e risultati di Com.In.3.0 e a trasmettere le buone prassi e le analisi della ricerca ai cittadini. Un convegno di due giorni sul progetto Com.In 3.0 si è svolto già nel mese di marzo a Roma. Tra i temi trattati: come superare lo sfruttamento in agricoltura e come implementare il Piano nazionale integrazione al Sud.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa